venerdì 25 marzo 2011

Some Italians do(n't) it better

In occasione dei 150 anni dell'Italia è stato rilasciato, con il patrocinio del ministero della Gioventù, un videogioco chiamato "Gioventù ribelle".
In teoria, doveva servire a:
a) celebrare l'eroismo e l'amor di Patria di giovani coraggiosi, il cui sangue e' stato versato per unificare il nostro Paese
b) parlare ai giovani d'oggi con il loro linguaggio, che in parte e' anche quello dei videogiochi
c) dimostrare che un gioco italiano può competere coi grandi titoli internazionali.

In pratica è andata così:
a) i giovani coraggiosi - Italiani, ovviamente - parlano in inglese (kill! blood!) e il videogioco è anch'esso tutto in inglese, si spara si spara si spara (Papa compreso) e basta
b) i giovani d'oggi (e anche chi crea videogiochi) - sempre Italiani - han detto peste e corna della grafica, dell’implementazione e della trama; commenti come "obbrobrio", "ciofeca", "vergogna!" sono quelli più gentili
c) purtroppo anche all'estero la pensano come i giovani d'oggi sopra citati e, in più, visto che silvio=Italia, ne approfittano per sghignazzare del bunga bunga.

Stante tutte queste badilate sui denti, dal sito dedicato è scomparso il link per scaricare il gioco (che all'inizio terminava con DAWNLOAD.html poi qualcuno li ha avvisati della A al posto della O e hanno corretto), sostituito dalla seguente frase: «A causa delle strumentalizzazioni subite, ritiriamo la demo alfa e pubblicheremo il prodotto una volta ultimato».
E' scomparsa anche la pagina di Wikipedia dedicata a Raoul Carbone, responsabile del progetto “Gioventù ribelle”, anche se è ancora possibile vedere la copia cache di Google.

Il costo economico di questa ennesima figura epocale di cacca?
Zero, sostengono i curatori del progetto.
500.000 €, insinua qualche forum in Rete.

Ecco una delle tante parodie:

14 commenti:

  1. e secondo me hanno ragione loro

    RispondiElimina
  2. mah io non so ci facciamo o ci siamo...

    RispondiElimina
  3. ed io che pensavo che il post di oggi fosse in tema con quello di ieri!!

    Buon week

    RispondiElimina
  4. NON-CI-POSSO-CRE-DE-RE!!!
    NON-CI-VOGLIO-CRE-DE-RE!!!

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  5. L'intento è chiaro: si intende raccontare la storia con videogiochi, così si risparmiano soldi per pagare i prof nelle scuole.
    Buon week end, cara Dalle8
    Imperf

    RispondiElimina
  6. no, ma mi lasci sempre basita.
    se davano 100.000 euro a me finivo di pagare la casa e davo in cambio la mia eterna riconoscenza.

    RispondiElimina
  7. ahuahuahauahuahauhauah
    cavolo mi sto pisciando dalle risate!!
    Dovrei vergognarmi ma mi viene da ridere...
    Ma.... è tutto VERO??
    Non possiamo renderci così ridicoli!!
    E' da film!!

    RispondiElimina
  8. Allora provo.
    Quanto a figure di cacca siamo campioni del mondo!

    RispondiElimina
  9. Sci-Sci, secondo me la parte dei testi l'hanno affidata al Trota... :-P

    [ http://www.repubblica.it/persone/2011/03/24/foto/il_trota_e_lo_strafalcione_25_volte_su_flickr-14040918/1/ ]

    RispondiElimina
  10. Ciao Dalle 8 alle 5 e buona serata!

    Non me le dare queste notizie, per favore! Già leggere "ministero della gioventù" mi procura un certo disagio perché mi ricorda altri tempi, in cui la "gioventù" veniva vestita allo stesso modo, per parate e manifestazioni che sarebbe meglio dimenticare!

    Se poi penso che a me hanno bloccato lo stipendio e questi buttano soldi in questo modo... posso anche dar fuori da matto!

    Sereno fine settimana e ciao!!

    RispondiElimina
  11. Veramente brutto e vecchio.
    L'avrà fatto il figliolo di maria stella o il fratello di giorgia.
    Ma perché... ma perché!?!!!
    Ma perché dobbiamo avere un livello così basso!
    E' semplice: siamo bassi.
    Dalle8: ho sistemato il pc!!!!!!!
    Yeah!

    RispondiElimina
  12. Andare a prenderlo per il cravattino questo Raoul Carbone e farsi dire quanti ci hanno mangiato con questa schifezza.

    RispondiElimina
  13. @Giardigno: loro chi?
    @Ernest: entrambre, direi, in funzione del fatto che li beccano oppure no
    @Ruben: no, no, VV la varietà! ;-))
    @Impiegata: credici
    @Imperf: ah! che ideona, mica ci avevo pensato
    @Polly: io invece me ne andavo in pensione
    @Daniele: tutto vero, ahimè
    @Pyperita: prova riuscita, la tua intendo
    @Chit: capaci
    @Carlo: purtroppo di fronte a notizie come questa, non resisto e devo postarle
    @Paolo (Enzo): wowwww! pc sistemato, pc salvato, bravo!
    @Alberto: io non so con che faccia si presenterà in università ai suoi colleghi e ai suoi studenti

    RispondiElimina
  14. E va beh va, ma da una che a 36 anni continua a dare saggi di ignoranza che ci si poteva aspettare?
    Mi girano di brutto pensando al costo di questa ennesima figura di guano, ma non possono imitare il loro datore di lavoro?
    Lui va all'estero e le fa gratis.
    Tina

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.