venerdì 31 ottobre 2014

Alcune immagini del mio screensaver, in ufficio

Tutte le immagini le ho trovate (e rubate) in Rete.
click per ingrandire


Varenna vista da Vezio







Tour de... noce di cocco

Bad dog - Richard Jackson - Orange County Museum of Art





Non c'è photoshop di mezzo, è street art


giovedì 30 ottobre 2014

Meste' cun foera al cul (*)

Lombardia Informatica - Il cloud al servizio del cittadino.
Il suo presidente, Davide Rovera, dice che "Presto, grazie a un nuovo progetto, in Lombardia si diffonderà anche la ricetta elettronica, che trasformerà radicalmente le prescrizioni fatte dai medici: non più sulla carta ma su un repository web sicuro e integrabile con altre funzioni della Carta Regionale dei Servizi / Tessera Sanitaria."

«Non si può parlare di dematerializzazione perché andrà comunque stampato un promemoria
(in quanto i farmacisti devono poter applicare le fustelle) - nota Fiorenzo Corti, segretario regionale della Fimmg, la Federazione italiana medici di medicina generale - In più, in Lombardia rimarranno escluse dalla ricetta elettronica le prescrizioni di quei farmaci per i quali è in vigore un’esenzione che però è solo regionale».

Onde per cui, d'ora in avanti, le ricette da fare saranno due: una su carta e una telematica.
Non sono riuscita a trovare da nessuna parte quant'è costato mettere in piedi questo ambaradan della ricetta elettronica e, soprattutto, quanti quattrini all'anno ci vorranno per mantenerlo.
Immagino una barcata.

(*) letteralmente: lavori con il culo di fuori, cioè fatti alla carlona




mercoledì 29 ottobre 2014

Un altro balzello

Dal 3 novembre c'è un nuovo obbligo: chi guida un’auto, per "uso esclusivo e personale" per più di 30 giorni, deve essere la stessa persona a cui è intestata la carta di circolazione o il nominativo del guidatore dev'essere registrato sulla stessa carta di circolazione.
La norma non è retro-attiva, cioè quelli che usavano una macchina non loro prima del 3 novembre non hanno nessun obbligo.
Già qui mi chiedo: tu, polizia/carabinieri/vigili urbani, come fai a dimostrare che la macchina di mio cugggino di terzo grado io la sto guidando solo da dopo il 3 novembre?
E, soprattutto, che non la sto usando da più di 30 giorni?
Ho fatto l'esempio di mio cugggino perché tra familiari conviventi non deve essere registrato alcunché.

Chissà quanti, privati cittadini, per "mettersi in regola", da bravi scolaretti, andranno alla Motorizzazione a "registrare", pagando 25 € (16 di imposta di bollo e 9 di diritti).
Poi ci sono gli autonoleggi che, essendo obbligati a registrare (come e quando non ho capito) il conducente, faranno poi ricadere la spesa indovina su chi?

martedì 28 ottobre 2014

Esperimenti in cucina

Non so quanti sono i sabati (tanti!) che appronto (e mi mangio con somma voluttà) le melanzane impanate al forno.
Avendo comprato i cuori di merluzzo surgelati, ho preparato un po' di più di panatura (pangrattato + parmigiano grattugiato ) da usare, poi, per un esperimento: merluzzo gratinato al forno.
Ho fatto così:
- colto (sul balcone) 6 foglie di salvia
- tritate fini fini e mischiate alla panatura
- aggiunto un pizzico di sale
- passati nella panatura i pezzi di merluzzo (già scongelati) premendoli leggermente con una forchetta
- rivestito di carta forno una teglia e poi spennellata d'olio
- messo il merluzzo in teglia, con sopra ad ogni pezzo due gocce d'olio
- infilato il tutto in forno caldo (200 °C) per dieci minuti, girato il merluzzo, rimesso in forno per altri dieci minuti.

Secondo esperimento: torta con pere e amaretti.
1 rotolo di pasta frolla (comprata già pronta)
1 scatola pere william sciroppate (erano in offerta: 30% di sconto)
6 amaretti morbidi
2 cucchiai rasi di zucchero
Mettere la pasta frolla, con sotto relativa carta forno, nella tortiera, facendone sporgere i bordi.
Punzecchiare con la forchetta la pasta frolla.
Poggiarci sopra le mezze pere.
Sbriciolare gli amaretti e spargerli sulle pere.
Spruzzarci sopra tre o quattro cucchiai dell'acqua di conserva delle pere.
Spolverare con lo zucchero.
Ripiegare verso l'interno i bordi della pasta frolla, arrotolandoli su sé stessi.
Cuocere in forno, a 180/200 °C, per 40/45 minuti.
Se si vogliono usare le pere fresche, tagliarle a metà, togliere il torsolo e sbucciarle. Ne servono abbastanza da coprire la base di pasta frolla. Al posto dell'acqua di conserva, mettere del latte. 

lunedì 27 ottobre 2014

Ideona

Quelli di Google se ne sono inventata un'altra: la security key.
E' un "coso" usb che dovrebbe sostituire l'sms di convalida per il login. In sostanza, un aggeggio che conferma che tu sei tu.
Dettaglio 1:
costa 5,99 $, mentre l'sms è gratuito.
Dettaglio 2:
al momento funziona solo su Chrome, che è usato (solo) dal 21,19% dei navigatori.
Dettaglio 3:
ad agosto è stato rivelata una grave falla di sicurezza su USB, nessuna periferica ne è esclusa.

Ora, dice la zia Gaetana, perché dovrei spendere dei soldi, navigare per forza con Chrome e, per non saper né leggere né scrivere, rischiare di prendermi "qualcosa" quando posso farne a meno?
Eh, già.
Aggiungo io: e far sapere ancor di più i razzi miei a Google.


venerdì 24 ottobre 2014

Cat circles

Dopo i cerchi nel grano arrivano i gatti nei cerchi, o cat circles che dir si voglia.
Secondo una teoria, non si sa di chi, che sta impazzando sul web, se si dispone un contorno a terra, tipo questo:


o questo:

il gatto non saprà resistervi e ci si metterà dentro, restandovi, in teoria "intrappolato".



In pratica, conoscendo i gatti, l'unico cerchio in cui stanno, e solo sin che gli garba, è il seguente:

giovedì 23 ottobre 2014

Camminata di precisione

A ulteriore conferma del fatto che i giapponesi sono "strani", ecco il video di un loro sport:



Trattasi del “Shuudan Koudou”, letteralmente “azione collettiva”, aka Japanese Precision Walking.
L’allenamento è molto duro: prima delle gare-esibizioni, i gruppi si allenano per cinque mesi, tre volte alla settimana. Qualcuno ha calcolato che negli allenamenti finiscono per camminare per quasi 1.200 Km, pari alla distanza tra Roma e Parigi. Le squadre sono solitamente organizzate dalle università, e i partecipanti ritengono che questa attività potrà tornare loro utile quando dovranno lavorare in team.

A me 'sta cosa ricorda l'addestramentodei cani. O dei militari per le sfilate, il che non è poi tanto diverso.