venerdì 27 marzo 2015

giovedì 26 marzo 2015

Ritornanti

Dal forum "Questioni d'amore, lunedì, 23 marzo 2015.
Domanda Moira: Perche' gli uomini tornano sempre indietro?
Non mi lusinga per niente sentirmi dire che gli sono rimasta nel cuore, mi fa pure incavolare, potevi capirlo a tempo debiti (sic).
Chiaro che non se ne fa nulla.
Ma perché. gli uomini hanno la presunzione di ritrovarci al punto in cui ci hanno lasciato?

Risposta Gianna Schelotto:
Alcuni uomini, (ma anche alcune donne) non tutti naturalmente, a volte ritornano. I motivi possono essere tanti. Nel suo caso è possibile che davvero lei lasci segni che il tempo non sa cancellare. Dunque tornano per nostalgia, per tardiva comprensione dell'errore commesso, per aver vissuto un confronto con situazioni che all'inizio si ritenevano "giuste" e non lo erano. In ciascuno di questi casi, è normale che si aspettino di essere riaccolti e perdonati e quelli che sono meno avvezzi alle riflessioni e all'autocritica si aggrappano all'idea che la loro fuga abbia "addormentato la bella" fino al prossimo bacio salvifico. Ci mettono un po' di tempo per capire che sono i veri dormienti. Grazie e a presto.

Sì, ci sta, però c'è anche da dire che molti uomini (e molte donne) "ritornano" perché gli serve la conferma di essere importanti, di contare, cioè valere, ancora per chi hanno lasciato o da cui sono stati lasciati/e.
Il che, secondo me, è un segnale di una profonda insicurezza perché se hai bisogno di testare sugli altri quanto vali, vuol dire che ti ritieni di scarso valore.
E, last but not least,  ci sono quelli/e che "ritornano" perché ce stanno a prova' e/o al momento non hanno niente di meglio da fare.

 

mercoledì 25 marzo 2015

E meno male

«Intendiamo terminare l'impiego dei Nuclei militari di protezione [NMP] imbarcati sulle navi mercantili italiane». Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, alle commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato.

Col che non ci sarà più un'altra vicenda come quella dei due marò, "bloccati" in India da oltre tre anni, con l'accusa di omicidio.
Perché i due marò stavano su quel mercantile, privato, proprio a titolo di NMP, cioè erano stati "affittati" dal Ministero della Difesa ad un armatore.
Pertanto, quando la guardia costiera del distretto di Kollam chiese alla nave di attraccare al porto di Kochi, anche se la Marina ordinò al capitano di non dirigersi verso il porto e di non far scendere a terra i militari italiani, l'armatore decise il contrario e ordinò al capitano della nave di assecondare le richieste delle autorità indiane.
E il capitano eseguì, in quanto è un civile, non un militare e lo "comanda" l'armatore.
Ah, colui il quale ha vantato l'invenzione degli NMP, e tutta la relativa legislazione (dove non è chiara la catena di comando), è Ignazio La Russa.

Il "guadagno" su un marò

martedì 24 marzo 2015

Manovre di backup

Lunedì della scorsa settimana il mio pc dell'ufficio è morto causa rottura/danneggiamento irreversibile del disco fisso.
La garanzia era, ovviamente, scaduta da poco.
Essendo io prudente, avevo un po' di backup (dell'intero disco), su un HD esterno, creati con il software trovato sull'HD esterno esso stesso medesimo: Nero BackupItUp Essentials.
(Nota: l'HD esterno l'ho comprato di soppiatto a gennaio, da un noto sito on-line, insieme alla cancelleria perché erano mesi che chi-di-dovere mi prometteva di darmene uno, senza però mai mantenere la promessa ed io mi ero stufata).
Con il software di backup avevo fatto anche un CD di ripristino.
Avvisato chi-di-dovere dell'improvvido accadimento, esso è venuto da me, mi ha messo un nuovo disco fisso e caricato Xp. Per dirla tutta, ci sono voluti due giorni e una sorta di stalking da parte mia perché facesse quanto sopra.
Terminato il lavoro di chi-di-dovere, mi ci sono messa io per rimettere tutto a posto, cominciando dal CD di ripristino.
Sorpresa: l'HD esterno non risultava nell'elenco dei supporti di backup, c'era solo il disco fisso.
Ho cominciato a "scavare" in Rete e ho scoperto che:
1) la mia versione di Nero, in quanto essentials, non aveva i driver USB nel CD di ripristino
2) potevo comprare, per 14,99 €, una versione "migliorata".
Profferite le appropriate maledizioni a Nero e a tutta la sua genìa, ho cominciato a pensare come fare.
Dato che è un pc dell'ufficio, ho escluso di scaricare la versione crackata della "migliorata".
Come potevo mettere sul disco fisso il backup visto che lo stesso backup ci doveva scrivere sopra?
Lì ho avuto, immodestamente, un lampo di genio: partizionare il disco fisso. Però senza formattarlo, ché altrimenti mi incasinavo ancora di più.
Ho cercato di nuovo in Rete e ho trovato un sito che, non solo spiega passo dopo passo come fare, ma che dà anche il link per il download del programma necessario.
Scaricato, installato, calcolate le dimensioni ottimali, partizionato in due: nella prima partizione ho messo il sistema operativo, la seconda l'ho lasciata vuota.
A parte un cazzillo di finestra pubblicitaria che rompeva spesso e volentieri, è andato tutto bene.
Ho copiato l'ultimo backup dall'HD esterno alla partizione vuota, ho riavviato da CD e, magGia, Nero BackupItUp ha fatto il suo dovere.
In 54 minuti ho riavuto il mio pc esattamente com'era prima che succedesse il guaio.
Mi sono auto-complimentata da sola per parecchi giorni.


lunedì 23 marzo 2015

Expo camouflage

Narra la leggenda che il principe Potëmkin fece costruire in Crimea dei finti villaggi in cartapesta (compresi di attori che fingevano di essere dei popolani felici) per impressionare  Caterina II di Russia durante una sua visita.

Quelli dell'Expo lo stanno facendo davvero: hanno indetto un bando di da 1 milione e 100 mila euro, più 54 mila di oneri di sicurezza per “allestimenti di quinte di camouflage”.

Il Dizionario del Corriere così definisce camouflage:
    I
    n.
    1 (Mil) mimetizzazione f., mascheramento m.
    2 (fig) travestimento m., camuffamento m.; (pretence) maschera f., finzione f.
    3 (deception) frode f., inganno m.
    II
    v.tr.
    1 (Mil) mimetizzare, mascherare.
    2 (fig) mascherare, camuffare.

Il motivo del, voglio essere buona, camuffamento è il seguente: di 24 aree previste, al 12 marzo 2015, quelle pronte sono 2.
Quindi, dove non riusciranno a finire i lavori per il 30 aprile, ci piazzeranno una scenografia, cioè della roba finta.


venerdì 20 marzo 2015

Chi la fa, l'aspetti

E i cocci sono suoi, ciapa là.

giovedì 19 marzo 2015

Errata corrige

"È la mia natura", come disse lo scorpione dopo aver punto la rana.

Anche per la donna in cOrriera vale la stessa cosa: è insito in lei di mentire, scaricare le proprie colpe su terzi ignari, disinformare, atteggiarsi a "brava persona" tenendo il coltello sempre pronto a pugnalare le spalle altrui, vantarsi di meriti non suoi, farsi vedere sempre impegnatissima a lavorare.
Mancano quindici giorni alla sua uscita di scena, eppure lei continua ad essere quello che è sempre stata: un'infida serpe. Nonché grandissima stronza.
Ingenuamente io credevo che, stante lo schiaffone che le aveva dato la Direzione non assumendola post pensione come consulente, fosse cambiata.
Mi sbagliavo.
Cioè, il suo cambiamento è durato poco, giusto il tempo sufficiente a smaltire (negare, rimuovere per dimenticare?) lo smacco per il catastrofico crollo delle sue illusioni.
Questione di qualche settimana ed è tornata quella di sempre.

Nel frattempo ho saputo che non sarò la sola a regalarle un bel vaffanculo, come dono di pensionamento.
Però la maggior parte dei colleghi, pur non volendo starci, parteciperà alla colletta.
Perché anche loro hanno la propria natura, quella di pecore.