venerdì 31 luglio 2015

Scusi, per Putzu Idu?

Anche Superman (sardo) a volte si perde:



Care/i tutte/i, dalle 15:46 di oggi io sarò in ferie.
Riprendo il 31 agosto.
Buone vacanze

giovedì 30 luglio 2015

Un uomo infame

Il dentista americano Walter Palmer, quello che ha ucciso il leone Cecil, icona del parco nazionale Hwange, dice che non sapeva che fosse protetto spiegando di essersi fidato del parere delle guide locali secondo cui la caccia era legale.

Cecil è stato attirato con un'esca al di fuori dei confini protetti del parco (dove non avrebbe potuto essere cacciato) per essere prima ferito con una freccia e del veleno e poi essere finito con un fucile dopo 40 ore di agonia. L'animale, un esemplare di 13 anni molto amato dai turisti del parco, è stato anche decapitato e scuoiato, "trofei" confiscati dalle autorità.

Su Petition Site è stata lanciata una petizione online (in poche ore raggiunte oltre 300mila firme) che chiede giustizia e si appella al presidente Mugabe affinché fermi i permessi di caccia che consentono ai turisti di dedicarsi a questa attività.

I profili social e la pagina web su Yelp dell'attività dentistica di Palmer sono stati presi di mira e ricoperti di insulti e vignette al vetriolo. Volantini e biglietti ingiuriosi sono stati recapitati anche sulla porta di ingresso dello studio di Palmer, a Bloomington nel Minnesota.
(Fonte: Dagospia)

A Mr. Palmer bisognerebbe sparargli una freccia nel culo, però solo dopo averlo pestato a sangue.
Per non dir di peggio.

Cecil e il suo killer

mercoledì 29 luglio 2015

Di nuovo in mensa

Dopo un anno e mezzo di pasti consegnati dalla gastronomia take away, sono stata costretta a cambiare ancora.
Il motivo è l'orario di consegna, che era stabilito per le 12:00.
Da qualche mese avevano cominciato a ritardare, prima di 5 minuti, poi di 10, poi di un quarto d'ora, sempre in crescendo, sino ad arrivare, giovedì scorso, alle 12:25.
Ora, se c'è una cosa che detesto è mangiare di corsa ed ero costretta a farlo, visto che alle 12:45 riprendo a lavorare; il che vuol dire terminare il pasto alle 12:40, altrimenti non riesco nemmeno a prepararmi il cappuccino, liofilizzato, col bollitore.
Come i cani, mi toccava ingurgitare il cibo il più velocemente possibile.
Mi sono lamentata più e più volte, promettevano di essere puntuali il giorno dopo, ma erano sempre e solo parole.
E così, ogni mezzogiorno mi veniva il nervoso ad aspettare i loro comodi.

Ho cercato un'alternativa e l'ho anche trovata: una simil pizzeria che fa anche primi. Però il menu delle verdure non cambiava mai, ogni giorno verdure grigliate, insalata o patatine fritte. Tutta roba che mi attira assai poco. 
Bocciata.

Al che ho telefonato alla vecchia mensa, ho trattato sul prezzo e ci vado da tre giorni.
Piacevole sorpresa: è cambiato il cuoco e il cibo è un pochino migliorato.

martedì 28 luglio 2015

Sergio vs Zio Sam/2

Nel 2013 FCA ha dovuto piegarsi alla NHTSA (l'agenzia governativa statunitense facente parte del Dipartimento dei Trasporti che ha come scopo: "salvare vite, prevenire infortuni in seguito ad incidenti, ridurre il numero di incidenti imputabili ai veicoli") e richiamare un tot di milioni di veicoli con serbatoio malfatto e messo in un punto pericoloso.

Adesso NHTSA ha inflitto una multa di di 70 milioni di dollari a FCA perché rea di non aver tempestivamente fornito un rimedio efficace in tre specifiche campagne di richiamo e di non aver adempiuto a vari obblighi di informazione cui era soggetta in base alla legge Usa.

L'omino col golfino sta imparando, a sue spese, che in America non puoi fare i comodi tuoi e passarla liscia.


lunedì 27 luglio 2015

Altro cemento? No, grazie

Nel 2012 il patron di Mapei, Giorgio Squinzi (nonché presidente di Confindustria), ha comprato a Robbiano di Mediglia, alle porte di Milano, un terreno di 13 ettari, pagandolo 100 euro al metro quadro.
Il suddetto terreno vale 8 euro al metro quadro, al massimo 10 perché all'interno del del Parco Sud, area agricola su cui non si può costruire.
Però è di fianco a dove già sta Mapei.
Chissà come mai Squinzi l'ha pagato così tanto, eh?

Nel giugno 2014 la Mapei si fa viva con il Comune di Mediglia: chiede di poter edificare gli uffici direzionali e i laboratori di ricerca del gruppo, in cui lavoreranno quasi 500 persone (progetto dell'archistar Mario Botta). Il Comune promuove subito un accordo di programma, cioè chiede di dare il via libera a Squinzi agli altri tre enti che, insieme al Comune, devono mettere la firma sul permesso di costruire: la Regione, la Provincia, il Parco Sud.
Al momento tutti e quattro gli Enti sono politicamente "allineati", tutti a destra.

Poi cambiano i protagonisti in campo: sparisce la Provincia, sostituita dalla Città Metropolitana con al vertice Pisapia (Pd) che delega la guida del nuovo ente a Eugenio Comencini, sindaco Pd di Cernusco sul Naviglio diventato anche vicesindaco metropolitano. Cambia, su indicazione di Pisapia, pure il presidente del Parco Sud: arriva Michela Palestra, sindaco di Arese eletta in una lista civica che fa riferimento a Umberto Ambrosoli.

Adesso il Parco Sud ha detto la sua: il progetto di Squinzi è bocciato, Mapei non potrà portare il suo quartier generale a Robbiano di Mediglia.

Meno male, 13 ettari di verde salvati da una colata di cemento.
Oltrettutto inutile, perché in comune di Peschiera Borromeo, c'è un'area industriale dismessa che potrebbe venir recuperata ed usata da Mapei in quanto è vicinissima. Giorgio Squinzi permettendo.


venerdì 24 luglio 2015

Cane eroe dell'anno

Tara, pur essendo una gatta, ha vinto il premio di Los Angeles per il cane eroe dell’anno.
La motivazione: ha salvato il suo padroncino autistico di sei anni dall’aggressione di un cane.
Per il bambino, che dopo l’incidente è uscito dall’ospedale con otto punti, il gatto è ormai il suo «angelo» custode.
Qui sotto, Tara in azione:

giovedì 23 luglio 2015

un altro "bel" risultato

Fisco, il direttore Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi: trasmessi alle Entrate 16 milioni di 730, 14,4 milioni di modelli sono stati inviati dai Caf e 1,4 'fai da te'.
Nonostante gli aumenti dei prezzi dei Caf:
Costo 2014 Costo 2015
Modello 730 singolo 30-40 euro 55-60 euro
Modello 730 congiunto 60-70 euro 100-110 euro
Acquisizione 730
correttamente compilato
Gratuito 0-25 euro
(Fonte: PMI)

il 90% degli Italiani ha preferito non usare il modulo già pronto predisposto dall'Agenzia delle Entrate.
Sempre la Orlandi, sostiene che il 730 pre-compilato è un grande successo.
A me sembra un grandissimo flop, dato che solo il 10% l'ha usato.
Ma io, al contrario di lei, non sono amica di Renzi.