martedì 27 gennaio 2015

Le ultime parole famose

Economia, Renzi, luglio 2014: "Noi ad agosto saremo al lavoro a completare il programma dei mille giorni. A settembre ci sarà una ripartenza col botto". 

Fallimenti 2014 - Nuovo record negativo nell'ultimo trimestre 2014: 4.502 imprese hanno portato i libri in Tribunale. Nell'anno appena trascorso si sono registrati 62 fallimenti al giorno, più di due ogni ora. In sei anni scomparse oltre 75 mila imprese. Lombardia, Lazio e Campania le regioni più colpite. Edilizia e commercio i settori in maggiore sofferenza.





lunedì 26 gennaio 2015

Complicazioni affari semplici

Previa registrazione, sul sito dell'Inps è possibile consultare e stampare o salvare il proprio estratto conto contributivo in formato pdf.
Che però non fa fede per verificare il raggiungimento dei requisiti per la pensione, anche se l'ha emesso esso stesso medesimo Inps.
L'unico pezzo di carta che vale a dimostrare quanti anni di contributi sono stati versati si chiama Ecocert e per averlo bisogna  rivolgersi agli uffici dell'Inps o ad un patronato, recita un avviso, in fondo, alll'estratto conto contributivo.
Grazie a non si sa quale miracolo, si può chiedere anche on-line, però serve il PIN dispositivo, quello di registrazione non vale, quindi si ravana sul sito dell'Inps sino a che si capisce come fare ad averlo. Inviata la richiesta, viene  preteso un indirizzo e-mail, dopodiché bisogna rispondere alla seguente domanda: vuoi che tutte le comunicazioni dell'Inps ti vengano inviate all'indirizzo e-mail che hai fornito?
Pur avendo risposto sì, le uniche due comunicazione che mi sono arrivate erano cartacee, tramite Poste Italiane.

(In teoria, l'Inps deve mandare l'Ecocert entro 30 giorni dalla richiesta.
Però a me è successo che aveva sì stampata su una data entro i termini previsti, salvo che venir spedito quando gli garbava a loro (nel mio caso, il timbro postale sulla busta era di 15 gg dopo).
Immagino di non essere un caso isolato, in quanto questo è un buon sistema per far risultare dalle statistiche che l'Inps rispetta le regole.)

Sia sull'Ecocert che sull'estratto conto contributivo sono indicate:
- periodo (dal/al)
- tipo di contributione
- nr. di settimane di contribuzione del periodo
- retribuzione o reddito relativo
Manca il totale in fondo, per cui volendo sapere il complessivo delle settimane che ci sono (per calcolare gli anni) si deve contare a manina ogni riga.
Oppure  si prova a fare copia del testo del pdf per poi incollarlo in un foglio di Excel.
E qui c'è una sorpresa: il pdf è protetto da password, quindi ciccia Ctrl C/Ctrl V.
Dopo aver profferito le appropriate maledizioni all'Inps e ai suoi discendenti sino alla settima generazione, si cerca col fido Google come fare a togliere quella 'azzo di password. Primo risultato: PDFUnlock! - Sblocca file PDF protetti online gratis, ha funzionato.
Dopodiché ci vuol poco: Ctrl A, copia/incolla nel blocco note, copia/incolla in Word, sostituire gli appropriati caratteri con "carattere di tabulazione", copia/incolla in Excel e via, si va che è una bellezza.

Ora, io sono una che quando si impunta neanche Gesù bambino riesce a smuovermi, ma quanti rinunciano al primo intoppo del fai-da-te e vanno al patronato?
E il patronato incassa dallo Stato in base all'attività svolta.
Immagino che tutti i giorni i patronati accendano un cero di ringraziamento all'Inps.
O, malpensando, si son messi d'accordo per complicare le cose il più possibile al comune cittadino.

venerdì 23 gennaio 2015

giovedì 22 gennaio 2015

Forever young, ma anche no

Non avendo la tv, mi son persa la Carrà in minigonna, con gli stivali ad altezza coscia abbinati a un piumino.
Perché è così che si è presentata nel suo nuovo programma "Forte forte forte".
Ora, voglio dire, c'hai 71 anni, non dico che ti devi vestire come (cit. Selvaggia Lucarelli) "Rosy Bindi che scende a dar da mangiare ai gatti, ma forse a 70 anni la stivalata da cubista è un po’ eccessiva".
E anche la minigonna, aggiungo io.
In sintesi, per dirla come la presentatrice dei Bulgari: rabbrividiamo... brrrrr brrrrr!

 P.S. la Rai ha comprato a scatola chiusa da Japino quattro puntate di “Forte, Forte, Forte” a un 1.100.000 € cadauna; visto il flop del programma dovrà rimontare in un’unica puntata la seconda e la terza e buttar via la quarta, quindi, alla fine, ogni puntata (ci) costerà 2.200.000 €


mercoledì 21 gennaio 2015

Referendum riforma Fornero

Com'era prevedibile, la Corte Costituzionale ha bocciato il referendum sulla riforma Fornero.

Dico com'era prevedibile perché ci sono già stati due tentativi di referendum sulle pensioni (1994 e 2011), entrambi "ammazzati" per lo stesso motivo: l'art. 75 della Costituzione dice che non è ammesso referendum per le leggi tributarie e di bilancio.

Adesso il governo (Renzi o chi per esso, mai dire mai) ha il via libera per fare una nuova riforma delle pensioni, ovviamente (mooolto) peggiorativa per noi comuni cittadini.

Quel che mi chiedo è se la Lega ha cavalcato l'onda a fini populisti e/o elettorali, pur sapendo in partenza che il referendum non sarebbe stato ammesso.
Mi rispondo da sola: sì, e la cavalcherà ancora per un bel po' di tempo.


martedì 20 gennaio 2015

Film

American Sniper racconta la storia, vera, di Chris Kyle, cecchino pluridecorato dei Navy Seal.
Dato che il regista, e produttore, è Clint Eastwood i peana sull'America e i suoi soldati abbondano.
Però, strano ma vero, stavolta Eastwood mostra anche l'altra faccia della medaglia. Che non è bella, ma indubbiamente esiste.
Download qui.
Voto: 8/10.
P.S. dopo la prima scena di guerra, ho saltato a piè pari quelle successive perché sono una delle pochissime cose che mi fanno piangere

lunedì 19 gennaio 2015

Chiappe (e aringhe)

Un salone di bellezza di Miami sta offrendo uno strano trattamento per aumentare le misure del sedere. “Sculpting Goddess”, per 60 dollari a seduta da 45 minuti, sottopone le clienti alla non invasiva “vacuum therapy“, ovvero un macchinario con due coppe aspiranti, da applicare una per natica, che gradualmente solleva i glutei e li tonifica.
Cioè, in sostanza, una specie di aspirapolvere doppio "solleva" (gonfia?) le natiche.
Questa cosa, secondo me, fa il paio con la storia o, per meglio dire, la cazzata di qualche tempo fa dello sbiancamento anale (che adesso si può eseguire pure con il fai-da-te).

E che c'entrano le aringhe?, obietterà qualcuno.
C'entrano perché l'argomento è sempre il deretano: si è scoperto che il loro sistema di comunicazione sono i peti.
Solo per quelle selvagge, però.
Se sono di allevamento, non si sa come e se "parlino" tra di loro.