giovedì 17 dicembre 2015

Influenza

Ci hanno martellato le orecchie per farci fare il vaccino antinfluenzale e ora salta fuori quel che ho sempre pensato: "Influenza, gli esperti avvertono: La malattia deve fare il suo corso", cioè starsene a letto per 3 - 5 giorni.

Inoltre, Tom Jefferson, uno dei più famosi esperti in campo vaccinale e membro del Cochrane Vaccines Field, dice:
- Gli studi condotti sull'efficacia del vaccino antinfluenzale sono stati "nel 96% dei casi studi di bassa o infima qualità e per noi non è stata una sorpresa, perché li avevamo quasi già letti tutti in precedenza".
- "Nella maggior parte di questi studi c'era una relazione tra bassa qualità metodologica dei lavori e positività dei risultati nei confronti dei vaccini (in altre parole: più lo studio è scadente, migliori sono i risultati per i vaccini)".
- Proprio "secondo le previsioni, c'era una relazione anche tra conclusioni trionfalistiche e il fatto che gli studi fossero finanziati dall'industria, tutte cose che erano già state viste in altre aree dello scibile biomedico".

5 commenti:

  1. ImpiegataSclerata17 dicembre 2015 08:41

    L'unica volta che ho fatto il vaccino, dopo quasi 2 mesi ho avuto l'influenza lo stesso (forse era di un ceppo dell'anno prima non coperto dal vaccino di quell'anno?!?!? Se no non si spiega) e sono stata peggio del solito. L'anno dopo non ho fatto il vaccino così ho preso l'influenza 2 volte, quella del ceppo del momento e quella del cppo dell'anno prima.
    Comunque le indicazioni che danno per non prenderla sono sempre le stesse e assolutamndare in luoghi affollati. Certo se potessi evitare di dover prendere più volte al giorno il treno e l'autobus, lo farei molto volentieri.

    RispondiElimina
  2. Il fatto che un vaccino antiinfluenzale sia del tutto inefficace si spiega così: tu ti vaccini contro UN ceppo influenzale; ma il virus è mutante, anzi, mutantissimo, e di influenza tu ti becchi tutt'altro ceppo, a cui il divieto d'accesso che avevi posto fa un baffo.

    RispondiElimina
  3. Ci sono i vaccini veramente utili (il polivalente contro difterite, poliomielite e non mi ricordo più che altre malattie, per esempio) e quelli pompati dalle case farmaceutiche, come quello antiinfluenzale che non funziona mai. I primi sono obbligatori e devono rimanere tali, in barba a quello che dicono gli antivaccinisti decerebrati; i secondi sono facoltativi e per quanto mi riguarda se li possono tenere.

    RispondiElimina
  4. mai fatto vaccino... e per ora non ci penso minimamente

    RispondiElimina
  5. @Impiegata: ti capisco, si fa quel che si può, anzi si deve
    @Nero: pertanto mai ci sarà un vaccino antifluenzale valido per tutti i ceppi, passati presenti e futuri, quindi è inutile farlo
    @Toto: concordo
    @Ernest: pure io

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.