giovedì 7 novembre 2013

Case mer(d)avigliose

Nel lontano 2010 ho raccontato dell'idiozia di chi compra casa in mezzo a una zona industriale pur di risparmiare.
Ora, forse merito della crisi? o di aver preteso un prezzo fuori di testa?, la parte dell'idiota è passata a chi ha costruito sul ciglio di un pezzo dell'unica strada che collega due provinciali di grandissimo traffico, nonché circondato da fabbriche.
Quando avevo visto, quasi due anni fa, il progetto magnificato su un gigantesco cartellone, il mio pensiero era stato: ma sono scemi???
Chi gliele compra 'ste case con:
- di fronte, a 100 mt, un'industria chimica
- sul retro, a 20 mt, il magazzino di un gigantesco corriere
- di fianco a destra, a 10 mt, un distributore di benzina self service aperto 24 h su 24
- di fianco a sinistra, a 5 mt, una cascina malconcia
e pure affacciate su una via trafficata giorno e notte?
Sul cartellone c'era anche il sito dedicato.
Per curiosità, all'epoca, sono andata a vedere i prezzi: 3.250 € al mq.
A quella cifra, ho pensato, non le venderanno mai.
E infatti sono ancora vuote adesso, anche se il prezzo, nel frattempo, è sceso a 2.550 € al mq.
Un altro consistente ritocco verso il basso e scommetto che verranno vendute a un tot di pirloni, che ci porteranno tutta la famiglia, cane compreso.



7 commenti:

  1. Hah. Una volta costruivano mostri edilizi e in men che non si dica rientravano con le spese. Adesso costruiscono, nessuno compra, quando riescono a vendere qualcosina al pirlone di turno vanno comunque in perdita, e poi dichiarano fallimento. La gente è sempre scema, però non c'ha più un centesimo bucato per comprare casa, nemmeno in un quartiere industriale o sotto un ponte dell'autostrada.

    RispondiElimina
  2. Nessuno riesce più a comprare case al giorno d'oggi, salvo i riccastri - che, però, si comprano il villone in campagna o l'appartamento di stralusso in centro, mica 'ste schifezze. Però gli impresari continuano a costruire, costruire, costruire, convinti che la gente accorrerà a comprare le loro mer(d)avigliose case a frotte. E poi hanno il coraggio di lamentarsi che nessuno compra e che i loro palazzoni (magari neppure finiti) costati loro una barca di soldi li hanno mandati in bancarotta. Non so mica in che pianeta vivono questi qua; certo non sulla Terra degli ultimi anni.

    RispondiElimina
  3. Mi sa se le compreranno coloro che son messi bene di portafoglio, dopodiché le affitterà alle famiglie che non riescono
    a trovare una casa in affitto a prezzi modici.
    Perché ( suppongo ) si riescano ad affittare solo con prezzi bassi. Pagare - per dire - 800 euro per una casa in mezzo lì, meglio vivere sotto a un ponte

    RispondiElimina
  4. ImpiegataSclerata7 novembre 2013 15:03

    Un po' dovunque costruiscono in posti cagosi e c'è gente che compra lo stesso.
    Se avessi voluto me ne sarei andata da casa in un posto cagoso in affitto anni fa ma tra un posto cagoso e pagare mensilmente per una casa che non sarà mai mia è meglio farsi due conti e avere un po' di pazienza.

    RispondiElimina
  5. Comprare lì davvero vuol dire farsi del male.

    RispondiElimina
  6. Mi sa tanto che anche i pirloni sono in bolletta, adesso. Forse se arriveranno a regalare quegli alloggi... mah.

    RispondiElimina
  7. @Puk: esatto
    @Baffo: ci sono quelli convinti che a loro gli andrà sempre bene, quando vengono smentiti dai fatti si rifiutano di crederci
    @Daniele: affittare è sempre un rischio, se uno non paga ci vogliono anni per riuscire a sfrattarlo
    @Impiegata: il tuo ragionamento non fa una grinza, però mica tutti sono capaci di ragionare bene
    @Pyperita: c'è gente che non ha il buonsenso di capirlo
    @Zzz: regalare?! figgurati, piuttosto li lasciano lì a marcire

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.