lunedì 9 dicembre 2013

Dalle stelle alle stelle. Pardon, cucce

Il silvio non è più lui, prima era famoso in quanto politico, tycoon e tombeur de femmes (sì, vabbe', erano mignotte, ma tutto fa brodo), adesso solo perché c'ha Dudù.
Che, per tenere alto l'audience, ha una sua pagina su Facebook e, pare, anche un sito: Forza Dudù.
Il declino del silvio è impressionante, se continua così presto lo vedremo intento a scrutare, con le mani dietro la schiena, qualche lavoro in corso, come un umarell qualsiasi.
E chissà, allora, quale sarà la reazione di Dudù.


8 commenti:

  1. Che tristezza, lo lasciassero in pace quel povero cane..

    RispondiElimina
  2. Il Doppio Losco in versione umarell? Naaaa. Finché c'ha il grano, continuerà a fare il "tombeur de putes", anche se ormai sono solo le ultraottantenni con le ragnatele nelle parti basse a mollargliela. Forse verremo a scoprire che Dudù si è suicidato andando volontariamente a lappare candeggina...

    RispondiElimina
  3. ImpiegataSclerata9 dicembre 2013 21:51

    Berlu ha creato ben più di un "mostro"...

    RispondiElimina
  4. @Pyperita: beh, povero cane mica tanto, fa una vita migliore della maggior parte degli Italiani
    @Daniele: no, non sono fake, sono... lasciamo perdere
    @Zabronski: ma no, pora bestia, non ha colpe!
    @Impiegata: concordo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', io fossi quel povero barboncino alla prima occasione prenderei il cancello d'uscita da palazzo Disgrazioli e me la filerei a razzo a chiedere asilo politico al canile.

      Elimina
    2. Mah, non so, da un punto di vista canino Dudù se la passa alla grande e non ha di che scappare.
      Invece, come essere umano, me la darei a gambe.

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.