giovedì 19 gennaio 2012

Righiniamoci

Premessa: noi vendiamo anche prodotti fabbricati da una multinazionale americana; la telefonata che segue è avvenuta tra me e il dottor ingegner Xxxxx, aka Giovanni, responsabile qualità di una grande società italiana, nostra cliente.

io: pronto?
G.: ciao, D., sono Giovanni di BrancoDiScassamaroni
io: ehilà, ciao! come stai?
G.: bene, grazie e tu?
io: bene, grazie
G.: senti, volevo dirti una cosa riguardo i certificati dei cacchifritti americani che ci mandi
io: ti ascolto
G.: dovresti avvisare il produttore che i certificati così non vanno bene
io: come mai?
G.: ecco non sono... a posto
(mepensa: cosa cazzarola c'è che non va bene?)
io: in che senso?
G.: ne hai sottomano uno?
(mepensa: sì, è qui davanti a me, incorniciato e con un lumino acceso davanti, a imperituro ricordo)
io: per favore, dimmi il numero di lotto, così apro il file giusto
G.: perché, vedi, i dati...
io: scusa, mi dici il numero di lotto?
G.: ah, sì, 857634897GHJUR
io: ...
G.: dicevo, i dati possono mandare in confusione
io: quali dati?
G.: i valori previsti e quelli risultanti
io: ah
G.: sì, perché non hanno il riquadro
io: ...
G.: cioè, i valori non sono messi dentro a un quadretto
(mepensa: San Lerilerà portami via di qua)
io: scusa, Giovanni, non capisco
G.: hai presente i fogli di Excel, con le righine orizzontali e verticali?
io: sì
G.: ecco, sul certificato le righine non ci sono
(mepensa: sono tutte nel tuo cervello al posto delle sinapsi)
io: ...
G.: perché, se ci fossero le righine, sarebbero più facili da leggere
(mepensa: San Lerilerà porta via lui di qua)
io: hai ragione
G.: quindi, potresti segnalare la cosa al produttore, così nei prossimi certificati ci mettono le righine
(mepensa: ma assolutamente no! figggurati se gli chiedo una simile stronzata! e, se anche gliela chiedessi, figggurati se questi modificano i loro certificati per inserire le righine)
io: certo, Giovanni, gli mando subito un'e-mail, non so però se e quando applicheranno quanto hai richiesto
G.: beh, se mettono le righine bene, altrimenti pazienza
io: ...
G.: tanto i certificati sono validi e corretti anche così
(mepensa: e allora perché mi hai telefonato, emerita testa di tomarello?)
io: va bene, Giovanni, ti terrò informato
G.: grazie, sei sempre gentilissima, ciao!
io: grazie a te, ciao!

Dopodiché sono andata alla macchinetta e ho preso una cioccolata forte e super zuccherata perché avevo bisogno di conforto.

10 commenti:

  1. ma non se li può mettere lui le righine... c'è gente strana al mondo!

    RispondiElimina
  2. secondo me ci stava anche una brioche dopo una simile conversazione!

    RispondiElimina
  3. Mi sa che il logo dei pettinatori di bambole te lo rubo.

    Domanda. ma nelle liberalizzazioni non c'è che ci si possa liberare di dottori ingegneri in modo tombale?
    No?
    Peccato...

    RispondiElimina
  4. ImpiegataSclerata19 gennaio 2012 12:34

    Si era stufato di farsi i solitari al PC e non sapeva che altro fare?

    RispondiElimina
  5. Ah, gli ingegneri! Ma non sono tutti così, ci mancherebbe.

    RispondiElimina
  6. Tu mi fas murì!
    Traduzione: mi fai morire (di risate!)
    E voto 10 per il cartello di divieto. Ora lo stampo e lo appendo vicino al computer di chi so io!

    RispondiElimina
  7. Non è l'unico sai. Qui da me qualcuno diceva che il suo Excel era difettoso perché non gli stampava le righine. E non abbiamo neanche la macchinetta distributrice di cioccolata!

    (ho cambiato caso di nuovo, ora mi fermo)

    RispondiElimina
  8. Andavo a prendere un caffè doppio alla macchinetta ogni volta che discutevo con Damien, il mio superiore del settore Bazar in centrale acquisti o dopo che mi scontravo con Preziosi, il tizio della omonima ditta di giocattoli, coglioni alla stessa maniera del "Giovanni addetto al sano giramento di palle" di chi prende le sue chiamate.

    RispondiElimina
  9. @Ruben: scherzi? poi il certificato non è più origgginale
    @Ernest: infatti, ero lì lì per prenderla, poi ho deciso di fare la brava
    @Locomotiva: prego, rubi pure; se ci fosse modo di liberarsi di certe categorie, aggiungerei i consulenti
    @Impiegata: no, magari... Giovanni è ligio al dovere in modo ossessivo e maniacale
    @Alberto: beh, quelli diversi si nascondono bene, non ne ho mai incontrato uno
    @Paolo (Enzo): dopo aver cercato su Google il significato di "baccagliare", posso dirti che, conoscendolo bene, è da escludersi a priori
    @Teresa: piace molto anche a me quel cartello
    @Vitarosa: uè, ben ritrovata! mi segno il nuovo link
    @Tina: c'è gente capace di indurti a pensare al suicidio, il loro intendo

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.