martedì 15 gennaio 2013

Son soddisfazioni

Come al solito, sabato ho telefonato a mia madre.
E mi ha raccontato che la sera prima, alle 23:45, le hanno suonato alla porta i Vigili del Fuoco perché un inquilino li aveva chiamati, in quanto c'era una (minima) perdita d'acqua nel cortile del palazzo.
Perdita che poi s'è scoperto provenire dal bagno di un appartamento tre alloggi dopo il suo.
Mi ha detto: mi sono spaventata da matti, tremavo come una foglia quando ho sentito il campanello e ho chiesto "chi è?" e mi hanno risposto "Vigili del Fuoco, signora! per favore, apra", sul momento ho pensato che era successo qualcosa di brutto a M. e che venivano ad avvisarmi. Dopo, quando erano andati via, a mente fredda, mi son data della stupida perché lo so bene che i Vigili del Fuoco mica vanno in giro ad avvisare che c'è stata una disgrazia.

M. è mio fratello e abita in un'altra casa, con la legittima moglie, da quasi vent'anni.
Che potesse essere successo qualcosa a me non le è neanche passato per l'anticamera del cervello.
Grazie, mamma.

7 commenti:

  1. Lui è il cocco, e i cocchi sono al centro dell'ansia delle mamme.
    Ho un cognato, eravamo amici fraterni.
    Ieri sera, a tavola, ho detto a mia suocera che suo figlio in realtà non la considera proprio.
    La sua risposta è stata: "Ma lui ha la famiglia!"
    Un pensiero per sua figlia, Letizia, non le è passato nemmeno per l'anticamera del cervello, da per scontato che la sua presenza sia normale, dovuta.
    Attenzione: mamma
    Ciao cara

    Paolo

    RispondiElimina
  2. E vabbè, ma magari tu sei più giudiziosa di lui e ti cacci meno nei guai... ;)

    RispondiElimina
  3. ImpiegataSclerata15 gennaio 2013 12:42

    La logica mammesca spesso e volentieri sfugge alla logica umana.. Per usare un eufemisco e non dire di peggio.

    RispondiElimina
  4. Sembra la mia mammina....non sei la sola, sono soddisfazioni! Giovanna

    RispondiElimina
  5. Mi spiace che ti senta nuovamente come nel periodo che è mancato tuo padre.

    Se non ricordo male ti avevo scritto da cosa dipende il suo atteggiamento, M. per lei è la parte debole...e tu...tutto ciò che avrebbe voluto essere e non è stato.

    Mettici una pietra sopra e non farti il sangue marcio, non vale la pena, ci sono passata e ti capisco, ti assicuro che non vale la pena.

    Buona giornata Dalle ;-))

    RispondiElimina
  6. @Paolo: il fatto che non mi consideri è una fortuna, da me non si aspetta/pretende niente e niente avrà
    @Lucy: sì, come no
    @Impiegata: a volte bisogna usare gli eufemismi
    @Pyperita: eh...
    @Giovanna: eccome!
    @Tina: sì, me l'avevi scritto; non mi faccio più il sangue marcio da anni, di solito ignoro quel che dice, tranne quando è necessario darle una pelata di muso, anche se non è stato questo il caso

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.