lunedì 23 settembre 2013

Bambole moderne

Quando ero bambina mi regalarono un bambolotto, per l'epoca, avanzatissimo: si chiamava Pierino, aveva corti capelli ricci sul biondo rosso, lentiggini e, tirando un anellino nascosto nella schiena, diceva "mamma".
Per la cronaca, Pierino ha parlato poco: nel giro di una settimana l'avevo aperto per capire come funzionava, dopodiché divenne muto per sempre.

Nel tempo la "tecnologia" delle bambole ha fatto passi da gigante (e, in questo caso di cattivo gusto), tant'è che sono in vendita i "Moxie Girlz Poopsy Pets Doll".
Sì, proprio così: bambole con animaletti che, scusate il francesismo, cagano.

Chissà cosa diavolo ne avrebbe detto Freud al riguardo 

9 commenti:

  1. ImpiegataSclerata23 settembre 2013 08:42

    Beh noi abbiamo l'orrida Sbrodolina, che all'albore dei tempi era nata per sbavare peggio di un lama. Poi nelle sue più recenti versioni, mi pare, facesse pipì e popo' (in quest'ultimo caso, da quel che si vedeva dalla pubblicità, aveva seri problemi di virus intestinali oppure di omogeneizzati andati a male).

    Qua.. Beh.. Che dire... Fortunati l'unicorno e il coniglietto, che hanno "produzioni" abbastanza "aerodinamiche" (?!?!?!) ma il povero Koala...

    RispondiElimina
  2. Supercazzole prematurate di Freud a parte, ti dico come la penso io. Questi giocattoli che fanno tutto da soli stanno uccidendo la fantasia e la creatività dei bambini. I miei giocattoli erano muti, di loro, ma dicevano tutto ciò che io volevo che dicessero. E poi se i genitori vogliono veramente un tale livello di realismo potrebbero mandare i figli a giocare col cane (sì, sì, questa era crudele, almeno nei confronti del cane...).

    RispondiElimina
  3. Fanno pure "uuuh-uuhh" per renderla delicata...
    O__o

    RispondiElimina
  4. Senti, già una ventina d'anni fa c'era la bambola che si chiamava una cosa tipo "Pappa e pupù"... che mangiava una cremina (non so se in dotazione o gliela preparavi tu) e poi te la ritrovavi nel pannolino...
    Ecco, io non voglio pensare che, poi, raccoglievi la cremina dal pannolino e gliela servivi di nuovo nella sua bella ciotolina fucsia per la pappa, ma temo che più di qualche bambina lo abbia fatto.

    RispondiElimina
  5. commentare con "che cagata" questa volta non è OT! :-)

    RispondiElimina
  6. Ma no dai!!! Non ci posso credere, rivoglio ciccio bello!!!

    RispondiElimina
  7. Io manderei loro a cagare. No, non i giocattoli: i loro inventori. E anche quel gran ciarlatano di Freud, che con le sue teorie diede la prima martellata alla fragile psiche umana.

    RispondiElimina
  8. Una volta costruivano giochi per divertire o per apprendere, oggi costruiscono giochi per far vomitare e purtroppo hanno pure un buon mercato.

    Buona giornata Dalle.

    RispondiElimina
  9. @Impiegata: quella di Sbrodolina non la sapevo; beh, il koala è stato sfortunato
    @Duerf: concordo con te sull'ammazzamento della fantasia, riguardo al cane magari gli piacerebbe
    @Daniele: sì, proprio O__o
    @Lucy: anche questa bambola mi risulta sconosciuta, e meno male
    @Ruben: vero, è perfettamente in tema
    @Ernest: non sei aggiornato, Ciccio Bello è più che obsoleto
    @Bizzer: approvo e sottoscrivo
    @Tina: è la modernità, bellezza!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.