giovedì 23 gennaio 2014

Matteo Renzi, il decalogo

I dieci comandamenti di Renzi
Raccolti da Carlo Freccero ascoltando Renzi e i renziani.
  1. FARE
  2. Spazzare via l'ideologia: fare non è di destra, né di sinistra.
  3. Alternanza secca su base maggioritaria: non si accettano critiche dai partiti minori.
  4. Il leader non è un politico, ma un sindaco, un amministratore, operatore sul territorio che risolve problemi pratici/concreti.
  5. L'apparato della politica (il Parlamento come sede di discussione) è inutile, parassitario, costoso.
  6. Al di fuori della persona del leader, investita dalla legittimazione popolare, la politica va rottamata.
  7. Il meccanismo è un inutile ingombro all'attività del leader.
  8. Il leader non si appoggia alla politica, ma agli imprenditori di buona volontà che, dando lustro al Paese, dimostrano di essere operativi.
  9.  Il nuovo è meglio del vecchio.
  10. Tutto quello che si oppone a me, va rottamato.
Aggiungi didascalia

8 commenti:

  1. ho come l'impressione di avere già visto questo decalogo nel 1994...

    RispondiElimina
  2. Hah, ma guarda, con la mossa di farsi scrivere la legge elettorale da Stronzusconi dopo averlo denigrato in lungo e in largo, per non parlare della terza dimensione, si farà sbattere in faccia le porte da tutti quelli che in lui vedevano davvero un cambiamento.

    RispondiElimina
  3. Cos'è, il decalogo dell'inculologia applicata? Ma forse non dovremo preoccuparci: per quanto osannato dai media, Matteuccio Renzuccio non arriverà mai a diventare il nuovo Mussolini.

    RispondiElimina
  4. @Ernest: in effetti, un po' di déjà vu me lo fa
    @Speranza: speriamo, ma ho più di un dubbio
    @Tragos: ha ha ha ha ha ha ha
    @Pyperita: lievissimamente
    @Hutchins: ma potrebbe diventare il nuovo silvio? è questo il problema

    RispondiElimina
  5. ImpiegataSclerata24 gennaio 2014 13:21

    La cosa tragica di questo incontro Renzi/Berlusca è che ho trovato un sondaggio on line dove chiedono se Renzi aveva fatto bene o no ad incontrare Berlusconi.
    LA MAGGIORANZA DAVA RAGIONE A RENZI!!!!
    Non ci sono davvero speranze. Santiddio, ma come si fa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo dubbi che la maggioranza desse ragione a Renzi, l'han data per vent'anni al silvio, il che fa capire come la maggioranza ami i venditori di fumo.

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.