lunedì 14 luglio 2014

Cose da giapponesi

Dato che oggi è lunedì, l'argomento cacca mi pare adatto e quindi segnalo una bellissima mostra sull'argomento, al Museo della Scienza di Tokyo.
I visitatori sono accolti da un invitante cartellone “Anche tu puoi diventare feci!”. Ti mettono un copricapo a forma di escremento e ti scaricano giù, lungo un water alto cinque metri.

 

Sono poi esposti tutti i tipi di water che si incontrano in giro per il mondo.
[...]
La mostra non può che finire in stile asiatico, con un coro di cessi a grandezza naturale che, cantando a tavoletta spiegata, ringraziano per la visita.
Affrettatevi: termina il 5 ottobre.

11 commenti:

  1. Impiegatasclerata14 luglio 2014 08:42

    Passino tutti i tipi di water che si incontrano in giro per il mondo, potrebbe essere interessante (vabbè...) per il resto passo mooooolto volentieri.
    In Italia potremmo mettere su una mostra sui bidet e farci fare il giro del mondo. Potrebbe servire assai per illuminare la mente degli stranieri che vengono in Italia, vanno in albergo e usano i bidet come fossero wc, intasando tutto per la gioia degli addetti ai lavori.
    fare una mostra itinerante

    RispondiElimina
  2. Ma è un residuo di Hiroshima e Nagasaki, col recente condimento di Fukushima? Altrimenti non ci si spiega perché di tutti i popoli della Terra i giapponesi siano in assoluto i più fulminati.

    RispondiElimina
  3. Con tutti gli stronzi che vedo in giro mi sembra una mostra adatta all'umanità... Bisognerebbe creare solo un mega-cesso dove quelli che butterei dentro poi non riescano a tornar fuori :-)

    RispondiElimina
  4. Affrettatevi? no, grazie. E' sufficiente quello mio ... l'italico.

    RispondiElimina
  5. ne avevo sentito alla radio e pensavo fosse uno scherzo. buon inizio

    RispondiElimina
  6. bisognerebbe mettere un gabinetto gigante fuori dal parlamento e poi...

    RispondiElimina
  7. Non mi pare che i giap fossero così rincoglioniti prima di beccarsi quel paio di petardi atomici. Forse che le radiazioni hanno un effetto deleterio sui neuroni?

    RispondiElimina
  8. Scatolette di Manzoni, niente?
    I soliti dilettanti...

    RispondiElimina
  9. Fitz G. Errald14 luglio 2014 15:05

    Be', dopo le teste a pomodoro e altre puttanate, mica ci si può aspettare di meglio dai giapponesi. Ma si stanno dando da soli del popolo di merda?

    RispondiElimina
  10. E' una mostra che invita a fare.... la differenziata correttamente.
    Vé? :O

    RispondiElimina
  11. @Impiegata: anche un cartello esplicativo dell'uso, in varie lingue, sopra il bidet potrebbe essere utile
    @Harwun, @Tippetetà: in effetti...
    @Giulio: sai che discussioni, regolamenti, liste bisognerebbe fare per dire chi infilarci ma, soprattutto, chi tira l'acqua
    @Raccontatore: eh, sempre il solito!
    @Ruben: tutto vero, purtroppo
    @Ernest: vedi quel che ho scritto a Giulio
    @Locomotiva: la cacca di artista è un (?) vanto tutto italico
    @Fitz: no, credo vogliano fare gli spiritosi
    @Daniele: mah... son giapponesi, ecco tutto

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.