venerdì 25 luglio 2014

Incredibile

Ho un'antichissima casella di posta su libero.it che controllo raramente, in quanto mi è servita, illo tempore, unicamente per entrare in chat.
Ci vado forse ogni tre mesi, giusto per ripulirla dallo spam.
Ieri ci sono entrata, ho spuntato tutto e clickato spam.
E nella posta in arrivo sono comparsi millemila messaggi di Mail Delivery Service, tutti dicevano:

click per ingrandire
Cioè, fammi capire, tu, libero.it, che a settembre 2011, secondo Alexa.com, Libero eri il 251º sito a livello mondiale e il settimo sito a livello italiano per accessi, non hai una procedura automatica, dopo averle gestite, per cancellare le segnalazioni dello spam?
Robe da matti.

8 commenti:

  1. Bizzarro: hanno scopiazzato tutto lo scopiazzabile da Google, ma non lo svuotamento della cartella spam dopo tot giorni? Liberodifarecazzate.it, insomma.

    RispondiElimina
  2. I provider italiani sono tra i peggiori.
    Infatti solo Tiscali, che mi risulti, ha implementato la connessione criptata per le email, tutti gli altri viaggiano in chiaro, password comprese. E Tiscali non è molto che ha questa funzione.

    RispondiElimina
  3. Libero che non LIBERA una casella? Mah!

    RispondiElimina
  4. :-)
    Buon inizio di settimana e credo ultima prima delle ferie

    RispondiElimina
  5. per me questi si fanno le statistiche da soli

    RispondiElimina
  6. No, roba normale, come te ho una casella su libero e continuo a bloccare mittenti che puntualmente al successivo controllo che faccio ritrovo, per ora imperano i rompicoglioni spagnoli più le varie compagnie telefoniche e assicurative, la verità è che avere una casella di posta equivale a una terra di nessuno che tutti invadono.
    Buona giornata Dalle ;-))

    RispondiElimina
  7. @Zomok: pare sia proprio così
    @Lorenzo: è il famoso sistema italiano del tant an toc (a spanne)
    @Giggi: libero che non libera la propria casella e-mail
    @Ruben: grazie, buona settimana (sì, è l'ultima prima delle ferie)
    @Ernest: col pallottiere, suppongo
    @Tina: la faccenda dei mittenti bloccati che poi ricompaiono non è un problema solo di Libero; grazie, buona settimana

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.