martedì 3 febbraio 2015

Il nuovo presidente della Repubblica

Per dirla in milanese: Sergio Mattarella al ma finis no. Che letteralmente vuol dire "non mi finisce" a significare che c'è la sensazione di qualcosa che non garba, che non lo fa piacere sino in fondo.
Una sensazione di pancia, però.
Quindi non razionale e impossibile da spiegare.
Sarà che i suoi trascorsi personali e politici mi fanno (parecchio) arricciare il naso: figlio di un potente siciliano della Dc, scuole dai gesuiti, legato a De Mita, Andreotti, D'Alema (!) e un dettaglio, ma rivelatore: la sua battaglia contro la minigonna in classe.
Poi mi irrita questa beatificazione immediata (che, giustamente, ha dato vita all'ironico #mattarellaècosìbuono): è andato a messa, gira in Panda, gli piacciono i gatti, ride alle barzellette del suo barbiere, va a tutte le assemblee del suo condominio, etc. etc..

Di positivo c'è che si è dimesso da ministro quando hanno fatto passare la legge Mammì, altrimenti detta via libera alle tv di Berlusconi.
Ma era il 1990, son passati 25 anni, ne è passata di acqua sotto ai ponti..

C'è chi invece ritiene che vada benissimo:
secondo il numerologo e studioso di Nostradamus Renucio Boscolo: la proclamazione del presidente della Repubblica è avvenuta "sotto i migliori auspici". Per di più in un'ora "palindroma", cioè le 13,31, momento in cui "Roma aveva l'ascendente all'orizzonte celeste perfettamente al centro dei gradi dei Gemelli con il Sole in Acquario".
Ah, e poi, fondamentale, con lui è tornato al Quirinale il segno del Leone.
Altri dettagli di similare, vitale, importanza, qui.

P.S. avevate ragione voi che dubitavate della fine del silvio: l'ha invitato al Quirinale. E quindi il presidente della Repubblica d'ora in poi io lo chiamerò per nome, senza la maiuscola: il sergio

ari P.S. Toni De Marchi, giornalista del il Fatto Quotidiano, ha chiesto al sergio di rinunciare alle Frecce tricolori e risparmiamre così 200mila euro; staremo a vedere ma dubito assai


3 commenti:

  1. ImpiegataSclerata3 febbraio 2015 08:28

    Chi vivrà vedrà, certo se non ci suicidiamo prima.

    RispondiElimina
  2. Però in auto è stato fotografato senza cintura di sicurezza... :-)

    RispondiElimina
  3. @Impiegata: sì, aspettiamo
    @Giulio: è uno sprezzante del pericolo :-)

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.