lunedì 9 febbraio 2015

Poco very bello

Il 24 gennaio il Fatto Quotidiano titolava: "VeryBello.it per Expo? Solo in italiano.".
Oltre a commentare, pesantemente, la scelta del nome del sito, si notava che l'immagine di copertina era "tagliata": mancava mezza Calabria e tutta la Sicilia.
La cosa deve esser giunta alle orecchie delle alte sfere, che hanno preso provvedimenti, tant'è che adesso l'inglese c'è e anche l'Italia è intera.
Però non puoi scegliere "where do you want to go" (dove vuoi andare): cliccando la freccina dedicata, con Internet Explorer, Opera, Firefox e Palemoon, non succede niente.
Cliccando col tasto destro e dicendogli di aprire in una nuova scheda compare la pagina "choose a period" (scegli un periodo - data?).
Pur non essendo in grado di valutare la qualità dell'inglese del sito, direi che se uno su tre dei menu non funziona, c'è parecchio che non va.

Ah, nell'articolo si racconta anche di che fine ha fatto Italia.it: poco bella, nonostante ci abbiano speso  millioni di Euro, nostri.

Dulcis in fundo: Turismo 2014, Italia 7 milioni di notti in meno.




11 commenti:

  1. Più che inglese quello di quel sito è googletraduttorese. Il sito intero è, per citare Fantozzi, UNA CAGATA PAZZESCA!!!!! e quel che è peggio è, per citare Totò, E IO PAGO!. Farà la stessa fine di italia.it: ciuccerà fondi dei contribuenti finché non dichiarerà bancarotta.
    (Poi già solo il titolo: "verybello"????? Sembra l'inglese di quei migranti italiani degli anni '30 che tentavano faticosamente di imparare la lingua del posto e venivano spietatamente presi per il culo dai merrrrregani...)

    RispondiElimina
  2. Vorrei davvero vedere un sito come veryschifo tradurre l'ostico concetto di "Pepperoni", che non vuol minimamente dire "peperoni" ma è una marca di salame venduta negli USA. (Trovata la notizia soltanto in inglese, qui. A vederlo sembra il Golfetta...)

    RispondiElimina
  3. Non entra nel merito del contenuto, ma solo del titolo: solo un idiota ha potuto pensare di chiamare un sito legato al mondo expo verybello. verybello??? verypirla mi viene solo da dire.

    RispondiElimina
  4. Non è spendere tanti soldi che mi fa incazzare: è spenderli per partorire obbrobri come verybello, italia.it ed altre cagate pazzesche

    RispondiElimina
  5. ma io dico... chissà quanto tempo hanno dedicato a questa cosa, quante risorse e poi escono fuori queste schifezze.
    Come dimenticare Rutelli che parla in inglese per pubblicizzare l'immagine dell Italia... mamma mia

    RispondiElimina
  6. Se davvero volessero creare un sito per valorizzare le bellezze turistiche dell'Italia:
    a) tanto per cominciare "verybello" è una stronzata megagalattica (già criticata, lo so);
    b) dovrebbe esserci la versione almeno in una decina di lingue diverse, oltre all'italiano - con traduzioni effettuate da umani e non da Google Traduttore, che non ne azzecca una neanche a pagarlo;
    c) dovrebbe essere molto più completo e ben organizzato (si pensi a certi siti di istituzioni turistiche all'estero; gli esempi sono troppi per riportarli qui).
    In sostanza: "verybello"? No, bigschifo!

    RispondiElimina
  7. giusto per toglierti il dubbio: è confermato che è stato tradotto alla noiovolevomsauarl'indiriss.

    Non che ci si stupisca, dato che alla potente manifestazione di domenica per la presentazione non c'erano traduttori ne programmi in lingua diversa dall'italiano - e gli ospiti stranieri sono rimasti abbastanza basiti di essere lì e non capire niente: le cronache riportano anche le osservazioni sorprese del console del Bangladesh (ed ho detto tutto)

    RispondiElimina
  8. ImpiegataSclerata9 febbraio 2015 22:16

    Che ennesima figuraccia [evitabilissima] di mota motissima.

    RispondiElimina
  9. @Ciumps: sì, quel very bello non si può proprio vedere
    @Dumdumderum: ho cercato le immagini del salame pepperoni, a me ricorda il tipo Milano
    @Ruben:verypirla è fantastico!!!
    @Giulio: concordo in toto
    @Ernest: succede quando affidi i lavori al cuggino del cuggino del cuggino
    @Maxon: direi verypirla, è più evocativo
    @Locomotiva: ho letto della faccenda del console perplito, una figura emmerda epocale; grazie per aver confermato il mio sospetto sull'inglese di very bello, pardon verypirla
    @Impiegata: tipico italian government style

    RispondiElimina
  10. Presi dallo sconforto abbiamo deciso di rivolgerci agli alieni.

    https://www.change.org/p/alieni-e-p-c-ministro-dei-beni-e-delle-attivit%C3%A0-culturali-e-del-turismo-dario-franceschini-alieni-venite-e-distruggeteci-se-il-ministro-della-cultura-promuove-l-italia-con-lo-slogan-very-bello-e-una-foto-dell-inquinamento-luminoso-del-paese-%C3%A8-ora-che

    Magari fate girare..

    Ciao

    Paolo Debernardi & Elena Patriarca
    Coazze TO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi capisco, io spesso invoco che ci invada la Svizzera.
      P.S. non conoscevo il vocabolo teriolologia, ho dovuto cercare su Google

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.