venerdì 3 ottobre 2014

Povero nonno Giorgio!

Prima quegli sfacciati dei giudici di Palermo che vogliono farlo testimoniare a tutti i costi sulla trattativa Stato-Mafia, a lui che è  presidente della repubblica, mica pizza e fichi!
E non importa se testimonierà da par suo, cioè non in aula (la legge NON è uguale per tutti), lo schiaffone gliel'hanno dato.

Adesso un'altra sberla:
Napolitano, “Aprire sentiero di crescita”.
Tradotto: Bce dacci i soldi.
Draghi, “Prima le riforme strutturali”.
Tradotto: Ciccia sin che il governo Italiano dalle parole non passa ai fatti.

O tempora, o mores!


5 commenti:

  1. ImpiegataSclerata3 ottobre 2014 08:19

    La BCE sa solo prendere (tutto quello che può), non (vuole) dare (il dovuto).
    Questa è un'epoca di GRANDI soprese sorpresone!

    RispondiElimina
  2. Ha già un piede e mezzo nella fossa; aspettiamo pazientemente che la Nera Signora venga a prenderselo, magari serenamente nel suo letto, senza carri armati.

    RispondiElimina
  3. su Napolitano ho finito i commenti

    RispondiElimina
  4. @Impiegata. arraffare son bravi tutti
    @Beowulf: è da mo' che aspetto
    @Ernest: io no, solo che non sono pubblicabili
    @Locomotiva: e come no!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.