lunedì 26 gennaio 2015

Complicazioni affari semplici

Previa registrazione, sul sito dell'Inps è possibile consultare e stampare o salvare il proprio estratto conto contributivo in formato pdf.
Che però non fa fede per verificare il raggiungimento dei requisiti per la pensione, anche se l'ha emesso esso stesso medesimo Inps.
L'unico pezzo di carta che vale a dimostrare quanti anni di contributi sono stati versati si chiama Ecocert e per averlo bisogna  rivolgersi agli uffici dell'Inps o ad un patronato, recita un avviso, in fondo, alll'estratto conto contributivo.
Grazie a non si sa quale miracolo, si può chiedere anche on-line, però serve il PIN dispositivo, quello di registrazione non vale, quindi si ravana sul sito dell'Inps sino a che si capisce come fare ad averlo. Inviata la richiesta, viene  preteso un indirizzo e-mail, dopodiché bisogna rispondere alla seguente domanda: vuoi che tutte le comunicazioni dell'Inps ti vengano inviate all'indirizzo e-mail che hai fornito?
Pur avendo risposto sì, le uniche due comunicazione che mi sono arrivate erano cartacee, tramite Poste Italiane.

(In teoria, l'Inps deve mandare l'Ecocert entro 30 giorni dalla richiesta.
Però a me è successo che aveva sì stampata su una data entro i termini previsti, salvo che venir spedito quando gli garbava a loro (nel mio caso, il timbro postale sulla busta era di 15 gg dopo).
Immagino di non essere un caso isolato, in quanto questo è un buon sistema per far risultare dalle statistiche che l'Inps rispetta le regole.)

Sia sull'Ecocert che sull'estratto conto contributivo sono indicate:
- periodo (dal/al)
- tipo di contributione
- nr. di settimane di contribuzione del periodo
- retribuzione o reddito relativo
Manca il totale in fondo, per cui volendo sapere il complessivo delle settimane che ci sono (per calcolare gli anni) si deve contare a manina ogni riga.
Oppure  si prova a fare copia del testo del pdf per poi incollarlo in un foglio di Excel.
E qui c'è una sorpresa: il pdf è protetto da password, quindi ciccia Ctrl C/Ctrl V.
Dopo aver profferito le appropriate maledizioni all'Inps e ai suoi discendenti sino alla settima generazione, si cerca col fido Google come fare a togliere quella 'azzo di password. Primo risultato: PDFUnlock! - Sblocca file PDF protetti online gratis, ha funzionato.
Dopodiché ci vuol poco: Ctrl A, copia/incolla nel blocco note, copia/incolla in Word, sostituire gli appropriati caratteri con "carattere di tabulazione", copia/incolla in Excel e via, si va che è una bellezza.

Ora, io sono una che quando si impunta neanche Gesù bambino riesce a smuovermi, ma quanti rinunciano al primo intoppo del fai-da-te e vanno al patronato?
E il patronato incassa dallo Stato in base all'attività svolta.
Immagino che tutti i giorni i patronati accendano un cero di ringraziamento all'Inps.
O, malpensando, si son messi d'accordo per complicare le cose il più possibile al comune cittadino.

7 commenti:

  1. ImpiegataSclerata26 gennaio 2015 08:36

    Mi pare dei ricordare che una volta, tanto tempo fa, arrivava a casa una volta l'anno un estratto della situazione contributiva o qualcosa di simile. Oddio è passato tanto tempo dall'ultima volta che potrei anche sbagliarmi, eh.
    Ma queste "modernità" son da sadici.

    RispondiElimina
  2. Mi manca ancora tanto, l'Inps magari non esisterà più! :-)
    Confermata la tua pensione tra un anno?

    RispondiElimina
  3. Il 70% delle leggi e dei regolamenti esiste per creare lavoro per qualcuno.

    RispondiElimina
  4. Eh ma se facessero tutto semplice e tutto on-line sai quante persone si ritroverebbero senza lavoro? Ed allora avanti con il Jobs Act, con la facilità di licenziare per il privato perchè solo così si aumenterà il PIL (eccerto...) ma guai a toccare il pubblico

    RispondiElimina
  5. Il Ministero per la Complicazione degli Affari Semplici è sempre molto attivo in Italia.

    RispondiElimina
  6. guarda come disse un grande... la seconda che hai detto!

    RispondiElimina
  7. @Impiegata: arrivava, sì, circa 30 anni fa; poi ha smesso e sono decenni che l'inps promette di mandare e non manda la "busta arancione", cioè la stessa cosa
    @Ruben: se vinco la causa che il mese prossimo andrò a fare contro l'inps, sì
    @Verzasoft: strano, io avrei detto il 90% se non 99%
    @Giulio: è vero e ciò mi fa incazzare come due jene
    @Trebb: ha un'esperienza millenaria 'sto ministero
    @Ernest: ah! sei un malpensante anche tu :-))

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.