martedì 14 luglio 2015

Caro Leader...

Sulla nuova Unità, il sabato, c'è una rubrica intitolata "Caro segretario".
In teoria, la gggente scrive a Matteo Renzi.
Lui risponde.

Rita: «Pentito dell'appoggio a Marchionne?».
Matteo: «Io no. Tu?».

Tina: «Ricostruiamo il Pd».
Matteo: «Pronto! Ci dai una mano?».

Giovanna: «Hai detto che sei più preoccupato del terrorismo che della Grecia. Non ti sembra di aver esagerato?».
Matteo: «No».

Paolo: «E smettila di parlare di gufi. E poi sempre con questi toni trionfalistici da sbandierare. Stai esagerando».
Matteo: «La produzione industriale sale, la disoccupazione scende. Tutto il resto è noia».

E poi: lo gnocco fritto si può mangiare. «Tanto non sono nemmeno ingrassato». La Fiorentina? «Ho fiducia». Veltroni? «Si legge sempre volentieri». I talk show? «Riesco a non vederli» L’Expo? «È un grande evento. Viva l’Italia». Velocità o qualità? «Discutere va bene. Ma alla fine bisogna decidere».

Novello Donna Letizia, Renzi dispensa perle di saggezza (?) a piene mani.
Così, d'emblée, vien da chiedersi chi, del suo staff, si è inventato le "importanti" domande a cui ha risposto.


7 commenti:

  1. Puah, il "giornale fondato da Antonio Gramsci" al momento attuale può servire come copertura sui mobili quando dai il bianco in casa. Quanto al "caro segretario" l'unica domanda da porgli - a cui non risponderà, ovviamente - è "Ma quand'è che ti levi dai coglioni?".

    RispondiElimina
  2. Usano il modello "twitter" in cui c'è il limite di 140 caratteri. Ottimo per battute e slogan. Che è quello che è questa rubrica a quanto vedo... Tanto ormai chi argomenta più? E se uno anche argomenta, quanti leggono oltre il titolo? E di quelli che leggono oltre al titolo quanti sono in grado di distinguere la propaganda da un discorso serio e con basi valide?
    Branchi di pecore che vanno guidati dove vogliono i caporioni...

    RispondiElimina
  3. È lui che s'inventa le domande per fare lo sborone con le risposte.

    RispondiElimina
  4. guarda ho comprato una volta l'unità per curiosità e credo non lo farò più... purtroppo è un vero e proprio giornale di partiti appiattito sulle posizioni del segretario, una cosa carina a volta la pagina culturale
    Queste domande mi sembrano dei moduli prestampati e le risposte sembrano date da Silvio... fai te

    RispondiElimina
  5. ImpiegataSclerata14 luglio 2015 13:30

    Più che altro, secondo me, lui tira fuori affermazioni a caso e qualcuno poi si inventa le domande più appropriate da abbinarci per cercare di fargli fare bella figlura.

    RispondiElimina
  6. Antonio Gramsci si starà rivoltando nella tomba.
    Credevo di rivedere il giornale a me noto, quando ho aperto il file sono rimasta di sale, scorrendolo ho avuto conati di vomito, poi ho scoperto che il direttore lo ha scelto il "bimbominkia" e ho capito, si è creato un altro megafono monodirezionale.
    La apro poco, dei vecchi giornalisti è rimasto solo Staino con le sue vignette, la apro solo per lui.
    Un altro pezzo di storia è finito nel suo cesso personale.
    Buona giornata Dalle ;-))
    Tina

    RispondiElimina
  7. @Kozz: ecco, appunto, quando ce lo toglieremo dalle balle?
    @Giulio: sì, ma quelli che non vogliono?
    @Dan: ci sta
    @Ernest: il silvio è molto più prolisso
    @Impiegata: anche questa, ci sta
    @Tina: non sapevo ci fosse ancora Staino, vado a vedere

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.