giovedì 16 luglio 2015

Ma che bravi!

Amadori: indagati due dipendenti e sei veterinari dell’AUSL di Cesena. I Nas rilevano irregolarità su analisi e controlli per avicoli contaminati da salmonella.
[...]
I reati contestati ai sei veterinari pubblici sono: falso ideologico in atti pubblici, abuso d’ufficio, omissioni in atti d’ufficio e omessa comunicazione all’Autorità giudiziaria di fatti costituenti reato. Mentre i dipendenti di Amadori sono accusati di concorso per i primi due illeciti.

Tradotto: coloro i quali dovevano vigilare sulla salute pubblica, non l'hanno, coscientemente, fatto.
Il perché è facilmente immaginabile.

Ha un bel dichiarare Amadori, sul proprio sito: "Abbiamo oggi un sogno condiviso attraverso cui esprimiamo i valori e che ci stimola a dare l’esempio: essere un’azienda leader nell’alimentazione di qualità, con una forte vocazione alla relazione con le persone
di cui diventiamo partner attivi nell’interpretazione e anticipazione dei bisogni.
Questa vocazione, forte del sapere costruito nel tempo e della fiducia nelle persone, ci rende dinamici, orientati all’innovazione di prodotti e processi e portatori di un’ “ecologia dei comportamenti”, intesa come responsabilità, rispetto, cura, verso tutti gli interlocutori: le persone che usano i nostri prodotti, gli azionisti, i collaboratori, i fornitori, la collettività.", io mai più comprerò un prodotto Amadori.

6 commenti:

  1. Se andiamo a indagare in qualunque ditta italiana scopriamo giri di mazzette e irregolarità a stecca. Per un'irregolarità che i NAS hanno beccato, diecimila sono passate inosservate sotto il loro naso. La Amadori si è appena fatta una figura di kakka, però io adesso vorrei andare a ficcare il naso negli affari di altre ditte famose.

    RispondiElimina
  2. Non mangio polli Amadori e dopo questa mai li prenderò.

    RispondiElimina
  3. La prossima a cadere sotto la mannaia dei NAS sarà la Aia?

    RispondiElimina
  4. ImpiegataSclerata16 luglio 2015 22:31

    Neanche respirare è sicuro, ormai, figuriamoci quello che mangiamo.

    RispondiElimina
  5. @Daing: lo vorrei anch'io
    @Ruben: lo stesso
    @Piero: e chi lo sa?
    @Ernest: io sì, però non sono pubblicabili
    @Impiegata: vero

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.