giovedì 30 luglio 2015

Un uomo infame

Il dentista americano Walter Palmer, quello che ha ucciso il leone Cecil, icona del parco nazionale Hwange, dice che non sapeva che fosse protetto spiegando di essersi fidato del parere delle guide locali secondo cui la caccia era legale.

Cecil è stato attirato con un'esca al di fuori dei confini protetti del parco (dove non avrebbe potuto essere cacciato) per essere prima ferito con una freccia e del veleno e poi essere finito con un fucile dopo 40 ore di agonia. L'animale, un esemplare di 13 anni molto amato dai turisti del parco, è stato anche decapitato e scuoiato, "trofei" confiscati dalle autorità.

Su Petition Site è stata lanciata una petizione online (in poche ore raggiunte oltre 300mila firme) che chiede giustizia e si appella al presidente Mugabe affinché fermi i permessi di caccia che consentono ai turisti di dedicarsi a questa attività.

I profili social e la pagina web su Yelp dell'attività dentistica di Palmer sono stati presi di mira e ricoperti di insulti e vignette al vetriolo. Volantini e biglietti ingiuriosi sono stati recapitati anche sulla porta di ingresso dello studio di Palmer, a Bloomington nel Minnesota.
(Fonte: Dagospia)

A Mr. Palmer bisognerebbe sparargli una freccia nel culo, però solo dopo averlo pestato a sangue.
Per non dir di peggio.

Cecil e il suo killer

6 commenti:

  1. No ma che poi, che gran stima che si era fatto! Proprio una mente piccolissima..

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata30 luglio 2015 21:04

    E' riuscito a diventare il dentista più famoso del mondo. Prossimamente sul lastrico.

    RispondiElimina
  3. Sei generosa, una freccia nelle chiappe dopo averlo pestato a sangue, pensa se è un masochista.
    Personalmente gli sparerei una luparata mista di sale e pallettoni nelle palle, magari quei pochi neuroni che ha la sotto prendono l'ascensore e vanno a posizionarsi nella scatola cranica, unico modo per capire la ragione della gente che lo sta tenendo asserragliato nella sua casa, spero che lo impalino senza pietà.
    Buona giornata Dalle ;-))
    Tina

    RispondiElimina
  4. come diceva il conte Vlad : qui bisogna cominciare a mettere dei paletti.........
    f.

    RispondiElimina
  5. @Sara: una mente di merda
    @Impiegata: speriamo e ben gli sta
    @Tina: visto che dai pallini si guarisce, io spero che finisca rovinato, in mezzo a una strada, senza lavoro e senza soldi
    @F.: sagge parole quelle del conte

    RispondiElimina
  6. Penso che la fama che si è fatto gli creerà già i giusti problemi

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.