venerdì 29 giugno 2012

Elsa, go home

Copio/incollo dal blog di Luca Telese:
Solo In Italia, crediamo, può restare al suo posto un ministro del lavoro che contesta l’articolo della Costituzione che considera fondativo il diritto al lavoro. Solo in Italia un ministro del lavoro accompagna una riforma ammazza lavoratori con una paternale antilavoratori. Solo in Italia un esperta di questioni previdenziali viene destinata al welfare, come se un esperto di calcio si occupasse anche di ciclismo. Solo in Italia una presunta esperta previdenziale combina un pasticciaccio previdenziale lasciando 386mila persone in mezzo a una strada. Solo in Italia un ministro che sbaglia i conti di 300mila, resta al suo posto malgrado la figuraccia galattica. Solo in Italia un ministro che ha fatto una figuraccia chiede il licenziamento di un funzionario pubblico che ha fatto il suo dovere, solo perché non ha addomesticato i dati alle sue esigenze politiche. Solo in Italia la ministra lacrimale Elsa Fornero può restare al suo posto. La domanda la facciamo ai parlamentari del Pd che rappresentano un popolo di militanti grande e generoso, che il diritto al lavoro se lo porta iscritto nel Dna. Non pensate che sia il caso di presentare una mozione di sfiducia per esodare Elsa Fornero? Noi, nel nostro piccolo, faremo di tutto per aiutare chiunque organizzi un referendum per abrogare la riforma che immeritatamente porta il nome della Fornero nella giurisprudenza italiana. Sarebbe un’opera di bene. Piangeremo anche noi, quel giorno. Però di gioia.

Concordo, in toto. Soprattutto sulla mozione di sfiducia per esodare la ministra.




4 commenti:

  1. Si potrebbe fare una collana con tutte le perle di questa signora.

    RispondiElimina
  2. buon week e dopo la merkel (v. ieri), mandiamo a casa anche la fornero!

    RispondiElimina
  3. Mi associo con entusiasmo. Chissà se piangerà ... redcats

    RispondiElimina