lunedì 26 maggio 2014

Aggiornare il cervello

Come spiega Nature, nel 2008 il 20 per cento degli studiosi aveva ammesso di usare droghe per aumentare le loro capacità intellettuali, migliorare la concentrazione e la memoria e sviluppare la creatività. Ma il metodo che porterebbe il nostro cervello al gradino successivo della scala di aggiornamento si chiama “stimolazione magnetica transcranica.

E c'è qualcuno che già se la fa, con un marchingegno creato in casa, grazie all’induzione elettromagnetica della legge di Faraday (qualunque cosa essa sia): il signor Brent Williams, che da due anni “aggiorna” il suo cervello in media tre volte a settimana, con sedute da 25 minuti.
Pare, dice lui, con ottimi risultati.
Anche in Italia usano un metodo simile per diminuire gli effetti della depressione e per il trattamento di disturbi psichiatrici e neurologici. Gli imprenditori poi stanno entrando in azione: una società chiamata foc.us ha realizzato una cuffia con elettrostimolatore incorporato, dedicata al mondo dei videogiochi con la promessa di migliorare le capacità dei giocatori.

Guarda, Ciccio, (im)modestamente adesso il mio cervello va alla grande così com'è e se un domani non funzionasse più bene, i casi sono due:
  1. non me ne accorgerei, in quanto incapace di rendermene conto
  2. me ne accorgerei, e pace.
In entrambi i casi, di mia sponte non chiederò mai a nessuno di smanassarmi la mente.

10 commenti:

  1. Da qui a Matrix il passo è breve; c'è soltanto da contare nella naturale resistenza della gente a farsi sfrucugliare il cervello da una macchina perché ciò non si avveri.

    RispondiElimina
  2. Come con tutte le cose delicate, ogni tentativo di manipolazione può portare ad effetti devastanti. Già l'aggiornamento del sistema operativo dei computer e smartphone quasi sempre porta con se dei bug e, nei casi peggiori, crash di sistema, figuriamoci aggiornare il cervello :-D
    Che lo facciano prima gli altri, io mi tengo il "software" originale...

    RispondiElimina
  3. Ma basta essere umili e non si hanno questi complessi.
    Io mi sento il migliore. E questo basta! XD
    ahahahahaah Ciao Dalle!

    RispondiElimina
  4. una volta si chiamava elettroshock avranno abbassato il voltaggio ? f.

    RispondiElimina
  5. Dopo gli occhialetti da schiavo iperconnesso arriva il tecnocontrollo sulla mente? Be', basta semplicemente lasciare tutta questa pataccottiglia tecnologica sugli scaffali dei negozi; i negozianti si faranno furbi anziché dar retta a chi promette loro il bìsnes del secolo e le ditte produttrici di questi attrezzi di tortura si faranno furbe anziché tentare di immettere sul mercato robaccia che la maggior parte della gente schiferà.

    RispondiElimina
  6. mi mette l'ansia questa cosa...

    RispondiElimina
  7. Però diventare un pò più intelligente non mi dispiacerebbe....

    RispondiElimina
  8. ImpiegataSclerata26 maggio 2014 21:03

    Passo, al massimo vorrei che inventassero un casco/automassaggiatore per la cute (effetto parrucchiera che ti massaggia la testa)

    RispondiElimina
  9. @Zeng: tanti ne sarebbero contenti, invece, perché è cool, è "positivo" e tutte le altre stronzate psico qualcosa
    @Giulio: pure io, e rivendico il diritto di crashare quando madre Natura lo deciderà
    @Daniele: l'umiltà è fondamentale per valutare sé stessi ;-))
    @F.: sì, pare proprio una roba del genere
    @Harker: è un attimo fuori stanza
    @Slambergult: il guaio è che la maggior parte della gente non schifa queste cazzate, perché non è furba
    @Ernest: non dirlo a me!
    @Redcats: più intelligente rispetto a chi/cosa? e, soprattutto, quale intelligenza?
    @Impiegata: wow, se inventano il massaggiatore di cuoio capelluto, lo voglio anch'io!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.