mercoledì 7 maggio 2014

Garanzia giovani

Dal primo maggio è partito il progetto "Garanzia Giovani", sovvenzionato in gran parte dall'Unione Europea e che dovrebbe favorire l'occupazione in Italia dei giovani (tra i 15 e i 29 anni).
Sono le Regioni a gestire i fondi che vengono elargiti ai centri per l'impiego che offrono un'attività di intermediazione e alle aziende che assumono i ragazzi, però sinora hanno aderito solo Emilia Romagna, valle D'Aosta, Sardegna, Lazio e Veneto.

Ciliegina sulla torta: i centri per l'impiego hanno 9.865 dipendenti (che costano 464 milioni di euro l’anno) e in totale hanno fatto trovare un lavoro a 35.183 persone (dati al novembre 2013).
Cioè ogni addetto ha piazzato 3,5 lavoratori l'anno.
Con una simile performance, affidare ai centri per l'impiego il nuovo progetto non mi pare un'idea furba.

Direi che ci sono tutti i presupposti per un (altro) grande flop.


7 commenti:

  1. Centri per l'impiego? La presa per il culo più grossa che ci sia mai stata in Italia. Anche quando si chiamava "collocamento" (mal)funzionava nello stesso identico modo: ti iscrivevi, poi ti dimenticavi di averlo fatto e a cercare lavoro ci pensavi tu con le tue forze.

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata7 maggio 2014 12:43

    Non per niente tutti i lavori che ho avuto compreso l'attuale me li sono cercati da sola. Se aspettavo loro ero ancora a casa a scrivere CV da sopra a sotto o da sotto a sopra, come vuole il fomato EU ecc. ecc. ecc.

    RispondiElimina
  3. Grazie per l' info, questa non la sapevo. Anche in Sardegna?
    Spero non sia la solita sòla. I CSL, come hai ricordato, sono più costosi che utili.

    RispondiElimina
  4. @Tutumb: confermo, malfunzionava già come ufficio di collocamento
    @Impiegata: la prima volta che ho cercato lavoro il CV non esisteva proprio, figurarsi in formato europeo, si scrivevavo montagne di letterine con su nome e cognome, età e titoli di studio (per i maschietti se milite assolto oppure no) e poi si spedivano o la si portavano a mano
    @Daniele: prego; da quel che ho letto in Rete la Sardegna partecipa, come e quando non saprei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In pratica ci sono gli stessi annunci che si trovano su Subito.it e sui portati delle Agenzie per il Lavoro!
      Annunci che richiedono esperienze e specializzazioni.

      I fondi dell' UE sono rivolti ai disoccupati sino ai 29 anni: i soldi ovviamente vanno alle imprese che assumono o coloro che fanno corsi.

      Sono sempre i soliti fondi che non portano ad una mazza se non hai fior di esperienze documentabili ed attestati di alto livello.

      Non capisco dove sia la novità...

      Elimina
    2. Un carrozzone nuovo, ovviamente.

      Elimina
  5. I centri per l impiego cosi come sono rappresentano solamente l ennesimo carrozzone

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.