martedì 20 maggio 2014

F-35

Sui giornali è comparsa la notizia che la Svizzera ha bocciato, con un referendum, il salario minimo garantito.

Piccolo dettaglio: la Svizzera, sempre nella stessa giornata, ha votato su altri due referedum.
1) ai condannati per atti di pedofilia non sia mai più consentito di esercitare attività professionali a contatto con minori?
risposta: sì
2) sono da comprare gli aerei caccia svedesi Gripen?
risposta: no.
E quindi il Governo svizzero dovrà disdire il contratto.

Qui da noi, invece, stanno facendo di tutto per non dare un dispiacere agli americani, pertanto si va avanti, imperterriti, sull'acquisto degli F-35, nonostante tutto.
Che si chieda a noi cittadini - saran ben soldi nostri quelli da spendere - se siamo d'accordo, non gli passa neanche per l'anticamera del cervello.

Io continuo ad accendere ceri alla Madonna affinché faccia la grazia di farci invadere dalla Svizzera.

http://www.unavignettadipv.it

7 commenti:

  1. L'unica sarebbe costituire un comitato, raccogliere quelle cinquecentomila firme e indire un referendum. Poi avremmo i soliti 2 problemi all'italiana: il referendum rischierebbe di finire sotto quorum oppure, anche in caso passasse e vincessero i Sì per dire No alle "tinozze volanti" (definizione di un generale dell'Aeronautica, non mia), non verrebbe rispettato.

    RispondiElimina
  2. Vuoi mettere? Fossero stati caccia svedesi, pure noi avremmo detto di no; ma dato che l'italia è il 53° stato degli stati uniti d'amerrrrrrrika non può mica rifiutare di spendere cifre astronomiche per quei catorci volanti, no?

    RispondiElimina
  3. posso dire che mi preoccupa sempre più la faciloneria per cui F35=brutti a prescindere che circola?
    - Non siamo la Svizzera, banalmente non siamo neutrali e siamo il ponte naturale tra la ricca Europa e un nordafrica affamato e ribollente (ieri, ennesimo colpo di stato in Libia)
    - I'Aeronautica spende tantissimo per tenere assieme aerei ormai esausti, ed ha già dovuto affittare degli F16 perché -ritardati gli eurofighter Typoon- non c'erano più aerei da far volare.
    - Il programma eurofighter è stato proprio l'esempio classico di un programma fatto coi piedi, costoso, farraginoso, coi tedeschi che avevano preordinato un sacco di aerei, le aziende tedesche avevano preso i lavori di ricerca e sviluppo (quelli cicci) in base alla percentuali di aerei preordinati mentre agli altri lasciavano le lastre e le minuzie a bassa tecnologia, e poi al momento di pagare han deciso che in fondo ne volevano solo un quarto, degli aerei preordinati.
    Scherzo che i tedeschi fan regolarmente nei programmi europei.
    Il programma F-35, con tutti i suoi guai, ha un fratello maggiore americano che evita furbate simili.
    - Sul piano tecnico e finanziario, niente di nuovo: tutti i programmi aeronautici (e militari in genere) partono con la promessa di un ammazzasette che costi pochissimo, e poi man mano vengono fuori guai infiniti. Deja Vu per gli F16, gli F/A18, gli F15. L'eurofigher è arrivato ad avere pezzi fatti da ditte diverse che non combaciavano, a cui confronto i guai col gancio di coda dell'F35 è una bazzecola.
    - l'F35 sarebbe un aereo comune europeo (ancorché mezzo USA), con ricambi e sviluppo comune: i Tornado Anglo-italo-tedeschi sono stati ripapocchiati dalle singole aeronautiche con upgrade diversi dalle aziende nazionali, e quindi oggi sono tre aerei diversi (4, compreso la versione da difesa aerea britannica) - e tenere in volo una manciata di aerei 'fuoriserie' costa un botto di più.
    - E a proposito di Europa: stesso aereo, stesso addestramento. Tutto in un posto solo, per risparmiare.
    Dove fa tempo bello e c'è spazio aereo sul mare.
    SI punta su Foggia. L'indotto di una base addestrativa per tutti i piloti europei?

    Detto tutto questo, la coperta è corta: facciamo un preciso, chiaro, approfondito ragionamento di come siam messi, di cosa sta succedendo, di quel che ci costa oggi e domani.

    E se da questo ragionamento salta fuori che gli F-35 possiamo non comprarli, comprarne metà, scatenacciare con gli aerei attuali aspettando di avere i soldi (sperando di non finire a doverli affittare à làTypoon), bene. Benissimo.
    'Azzo, 'sti soldi servono altrove, potessimo avanzarli.

    Ma basta con le decisioni prese di pancia, grillinerie e veterocomunismi vari.

    RispondiElimina
  4. ImpiegataSclerata20 maggio 2014 13:05

    Magari ma temo che tutti i ceri di questo mondo non servirebbero allo scopo. Gli svizzeri hanno dato prova di non essere scemi.
    Però a riguardo mi faccio un po' di domande su Razzi.

    RispondiElimina
  5. Agli svizzeri non può fregare meno di invadere l'Italia. Mica si vogliono prendere una tale rogna sul groppone, loro.

    RispondiElimina
  6. Mi sa ci conviene andare al confine ed iniziare ad insultarli.
    Prima o poi dovranno invaderci... percdincibacco!

    RispondiElimina
  7. @Tarrak: esatto
    @Gekko: è dalla fine della II° guerra mondiale che siamo sudditi degli americani e tali resteremo, temo per sempre
    @Locomotiva: a parte i costi, lievitati a dismisura, a parte i ritardi, abnormi, a parte i problemi non previsti, una marea, c'è il fatto che questi aerei invisibili i Russi e i Cinesi li vedono benissimo
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/14/f35-gli-aerei-invisibili-si-vedono-benissimo-e-gli-usa-chiedono-di-scortarli-in-missione/951182/
    e, last but not least, che la Marina americana ha deciso di ridurre l'acquisto degli F-35 da 69 a 36 e di prendere altri aerei, della Boeing
    http://www.military.com/daily-news/2014/04/25/boeing-builds-the-navy-an-f35c-exit-strategy.html
    della Marina americana tutto si può dire tranne che sia grillina e veterocomunista
    @Impiegata: Razzi è l'eccezione che conferma la regola
    @Tartopum: purtroppo, hai ragione
    @Daniele: gli insulti non bastano, ahimè

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.