lunedì 19 maggio 2014

E' sparito il silenzio

Non esiste più un posto sulla Terra non contaminato dai rumori artificiali, quelli prodotti dalla «civiltà»
[...] Un professore americano della Ucla, George Michelson Foy, e un ecologo, Gordon Hempton, oltre a diverse équipe scientifiche, lavorano da anni su questa «ossessione»: trovare il silenzio. Tutti sono arrivati alla stessa conclusione: non esiste. La stessa a cui sono arrivati fisici, medici, esperti di acustica, ecologisti. 
Per anni hanno perlustrato le regioni più remote della Terra, dalle foreste della Tanzania ai ghiacci della Siberia, fino ad arrivare ai deserti africani, ma non c’è stato verso.
[...]
per chi cerca l’assenza assoluta del rumore, c’è un’unica soluzione: le camere anecoiche, totalmente fonoassorbenti e insonorizzate. Peccato che dopo 45 minuti compaiano i primi sintomi di disagio fisico e psichico, allucinazioni, ansia e attacchi di panico.

Ah, ecco perché i tifosi di F1 si lamentano che le nuove vetture sono troppo silenziose: hanno paura di star male :-)

8 commenti:

  1. ImpiegataSclerata19 maggio 2014 08:44

    Però una bella carrozza del treno anecoica per farmi l'andata e il ritorno dal lavoro non mi dispiacerebbe. E credo che potrei reggere senza problemi anche se non dovessi starci solo 30 minuti.

    RispondiElimina
  2. Certo che anche i ricercatori non sanno più cosa ricercare pur di essere originali... :-)

    RispondiElimina
  3. 'Azzarola, se io fossi un pilota di Formula 1 farei carte false per avere una macchina che non mi massacra i timpani per due ore filate. Già quelle robe lì sono dure da guidare; almeno che non mi facciano venire sordo!

    RispondiElimina
  4. questa è davvero una notizia terribile. Ormai conviviamo col rumore, il chiasso quotidiano. E nei momenti in cui sembra non esserci rumore alcuno di solito spunta qualche personaggio a ricordarci cosa vuol direi inquinamento acustico...
    terribile

    RispondiElimina
  5. Poi mi spiegheranno quali siano i rumori "artificiali" in una foresta o in Antartide.

    RispondiElimina
  6. Ahahahhah ecco i risultati scarsi nella Formula 1 degli ultimi anni!
    Però vuoi mettere un posto dove senti solo rumore di uccellini, ruscelli, foglie mosse dal vento e basta? Penso sia mooolto meglio del silenzio assoluto.

    RispondiElimina
  7. Non credo che il silenzio assoluto esista neppure nei posti più isolati, perché la natura ne produce comunque. Ma perdono tempo con queste ricerche?

    RispondiElimina
  8. @Impiegata: la privazione sensoriale, anche solo di uno dei sensi, per il nostro cervello è terribile; credo che 30 minuti, ripetuti giorno dopo giorno, alla fine ti farebbero più male che bene, certo che se la gente fosse un minimo più educata si vivrebbe meglio
    @Giulio: non so se è questione di essere originali, io penso più sia curiosità a 360°
    @Jums: hanno protezioni più che adeguate e, diciamolo, per quanto sono pagati un tot di fastidio è compreso
    @Ernest: più divento vecchia, più divento intollerante al rumore e quindi mi dà fastidio tutto
    @Verzasoft: me lo son chiesta anch'io
    @Daniele: togli gli uccellini, hanno la sgradevole abitudine di fare un casino pazzesco all'alba
    @Pyperita: rumori naturali sì, ci sono ovunque; il problema è che ci sono anche quelli non naturali

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.