mercoledì 11 marzo 2015

Mai più senza, ma anche no

Rullo di tamburi, fiato alle trombe: è arrivato l'Apple Watch, l'orologio telefonino.
Secondo Tim Cook, numero uno di Apple, è un piccolo gioiello.
Che però non ha una sim card, quindi per telefonare bisogna avere un iPhone che deve trovarsi nelle vicinanze. Il collegamento è virtuale, attraverso Bluetooth o WI Fi.

Ne consegue che Apple Watch non è manco per niente un telefonino.
Quindi la faccenda dell'orologio telefonino è una genialata stronzata di marketing.
Altra cazzata: ha una batteria che dura 18 ore, quindi va ricaricato tutti i giorni.

Non dubito che troveranno un sacco di acquirenti pirla disposti a spendere dai 349 $ agli oltre 1.000 $ per averlo, però non credo saranno tanti quanti Apple vorrebbe.


13 commenti:

  1. ImpiegataSclerata11 marzo 2015 08:35

    Ecco, questo nuovo gingillo proprio (non) ci mancava.

    RispondiElimina
  2. I tecnoschiavi contenti di esserlo sono fin troppi in giro. Sai, fa figo avere lo smartuòcc' della mela morsicata, anche se poi bisogna aprire un mutuo per comprarselo.
    (Per me? Naaaa. Non c'ho manco il merdofono della mela morsicata; vado su telefonini alternativi che costano meno della metà.)

    RispondiElimina
  3. Per quella cifra mi compro un orologio di stramarca con carica automatica (quella che funziona col movimento del corpo), con cronometro, calendario lunare e chissà che altro. Il caccologio che non fa niente di più e bisogna mettere in carica tutte le sere? Naaaa.

    RispondiElimina
  4. Lo smartwatch non è un'invenzione Apple: ne esistono già diversi sul mercato. Semplicemente questo è il primo della mela ed ovviamente il battage pubblicitario è molto più intenso.
    Da nerd tecnologico non lo schifo anche se l'autonomia estremamente ridotta e l'alto costo non me lo fanno desiderare.
    Sono comunque sicuro che avrà un successo enorme e presto scopriremo di non poter vivere senza questo genere di gadget esattamente com'è successo con il passaggio tra cellulari normali e smartphones...

    RispondiElimina
  5. E' comunque lo scopo dell'apple watch (e di tutti gli altri smartwatch già commercializzati) non è quello di fungere da telefonini ma di aver a che fare in particolare con tutto ciò che riguarda il nostro corpo, salute, pagamenti, sport, integrando quello che è già l'ultima tendenza delle funzioni degli smartphones in cui telefonare è una delle parti meno importanti.

    RispondiElimina
  6. "Pirla" è la parola giusta. Ma non solo per chi compra questo (risate cosmiche) "orologio"; anche per chi compra in generale prodotti mobile di questi grossi marchi che te li fanno pagare uno sproposito. Un cazzillofono che costa 800 o 900 euro? Accoppiatelo pure con un merdogio che va dai 400 ai più di 1000. Poi però non venitevi a lamentare che c'avete er mutuo da pagà, che nun ja fate più co le bolette, eccetera. Quando vedo un operaio precario che prende (quando li prende) 800 euro al mese, deve pagare tutte le spese e mantenere una famiglia, e nonostante tutto gira coi cazzillofoni che fanno figo, la mia umana pietà per la sua situazione crolla di botto.

    RispondiElimina
  7. Sarò un pirla, ma sono curioso del huawei watch: http://consumer.huawei.com/minisite/worldwide/huawei-watch/
    (che cmq non costerà MAI come l'apple)
    Tieni presente che come cellulare uso l'One Plus One (aggeggino di nicchia che si compra solo tramite inviti) quindi figurati se mai potrei comprare un apple watch.

    RispondiElimina
  8. 'Sti gadget lasciano il tempo che trovano. Anche l'apple-coso farà la fine dei Google Glass e di altri aggeggi messi su solo per fare i fighi con gli amici - salvo poi rendersi conto che gli amici non solo se ne strafregano del gadget di turno, ma pure ridono dietro all'incauto acq... ahem, pirla.

    RispondiElimina
  9. Crisi o non crisi, chissà come mai la mela rosicchiata trova sempre - SEMPRE - un mercato iperfiorente per vendere computer, telefonini e tablet al triplo del prezzo dovuto, e adesso un coso perfettamente inutile a venti volte il prezzo dovuto. Chissà come mai.

    RispondiElimina
  10. Come hai chiuso un paio di post fa...
    BOCCACCIA MIA STAI ZITTA.
    Concordo, ci saranno tantissimi pirla che faranno la coda per averlo, della serie, l'annunciazione continua a mietere vittime, peccato che ce li lasci e non se le tenga.
    Sono sempre più incazzata da questa società di idioti.
    Buona giornata Dalle ;-))
    Tina

    RispondiElimina
  11. @Impiegata: proprio
    @Kuku7: e fai bene
    @Nino: bella "caccologio" :-D
    @Giulio: sarò poco nerd, però io da un telefonino pretendo che faccia telefonate e senza dovermi dissanguare il portafoglio per comprarlo
    @Zizoum: nessuna pietà per questa gente
    @Ruben: sono andata a guardare l'huawei watch, è bello però non mi piace perché è tondo, a me piacciono le linee rette, quindi anche l'orologio lo voglio quadrato o rettangolare
    @B.B.: speriamo, ma non so se andrà così
    @Ringo: bella domanda
    @Tina: idioti, parola esatta

    RispondiElimina
  12. Io ho regalato a tutti smerdphone da poco più di 100 euro, il mio è un omaggio di vodafone di non si capisce che marca, a che serve uno da 800 euro, a far vedere la mela?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' lo stesso concetto per cui la gente è disposta a spendere un botto per una borsa di plasticaccia firmata. Per qualcuno, conta il marchio.

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.