mercoledì 14 ottobre 2015

Abbattere o curare?

Xylella, 450 ulivi germogliano dopo un anno di cure tradizionali e bio.
Tra Alezio e Gallipoli, epicentro del contagio, un particolare metodo curativo ha avuto esiti inaspettati e con costi inferiori rispetto ai rimborsi previsti dal piano Silletti-bis per gli abbattimenti. "Alberi malati salvati con 94 euro a pianta" dice l'imprenditore Giuseppe Coppola, che se la prende con le lungaggini burocratiche. Gli esperti frenano gli entusiasmi. Boscia (Cnr): "Bisogna aspettare". Martelli (università di Bari): "Risultati solo a lungo termine".

Intanto il TAR del Lazio ha disposto lo stop del piano Silletti bis nel brindisino.




3 commenti:

  1. Secondo la gomunidà eurobea di 'sta cippa la soluzione è Abbattere, Abbattere, Abbattere e guai a piantarne di nuovi. Qualcuno dica ai minchiocrati dell'euroba che forse è più opportuno cercare di SALVARE le piantagioni di ulivo.

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata14 ottobre 2015 11:40

    Tra gli ulivi e le viti sfigate siamo messi proprio bene in Italia. Maledizione!!!

    RispondiElimina
  3. @Burble: non se ne intendono di ulivi, decidono ad mentula canis
    @Impiegata: esatto

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.