giovedì 29 ottobre 2015

Allarme, allarme! ma anche no

Dato che preferisco cibi tipo pasta, riso, pesce, verdure e formaggi, non consumo spesso carne e insaccati.
Ma essendo il mio corpo onnivoro, di solito cerco di mangiarne almeno una volta ogni 15 gg.

Ora, l'allarme Oms sulla cancerosità della carne rossa e trattata mi lascia assai perplessa.
Nel senso che l'Oms non mi sembra per niente affidabile, stando agli altri allarmi pandemia rilasciati negli anni.

La Treccani definisce così il vocabolo pandemia:
s. f. [rifacimento di epidemia secondo l’agg. gr. πανδήμιος «di tutto il popolo» (v. pandemio)]. – Epidemia con tendenza a diffondersi ovunque, cioè a invadere rapidamente vastissimi territorî e continenti.

Pandemie dichiarate dall'OMS:
- Sars: al 2009, circa 800 morti
- aviaria: al 2009,  257 morti

Considerando che la "normale" influenza invernale uccide, nel mondo, tra 250mila e 500 mila persone ogni anno, a me sembra che l'Oms o ci fa o ci è.


6 commenti:

  1. Sono i nostri organi di "informazione" che ci sono e ci fanno contemporaneamente. Se vai a vedere la stampa estera, vedrai che non ci sono allarmismi di sorta, e il rapporto dell'OMS non è affatto così catastrofista come ce lo riportano qui da noi. Ah, benvenuti in Italia!

    RispondiElimina
  2. Tra l'altro spero di trovare tempo di leggermi lo studio originale perché "stesso pericolo delle sigarette" io l'ho sentito non per bocca dell'oms ma dei giornali
    (comunque occhio: 'pandemia' non ha nulla a che vedere coi morti che causa. Indica solo la velocità e la modalità di propagazione. L'influenza normale dovrebbe essere epidemia, ma vado a memoria)

    RispondiElimina
  3. A parte che una cosa è quello che dice l'OMS, un'altra è quello che riportano i giornali... Ovviamente questi ultimi prendono sempre le notizie tecniche semplificandole ed enfatizzandole al massimo. Tanto quello che conta è far leggere la notizia perchè più click più soldi. Poco importa se crea panico ingiustificato

    RispondiElimina
  4. ImpiegataSclerata29 ottobre 2015 15:20

    E il caffè fa male, e lo zucchero raffinato fa male, e la cioccolata fa male, e il tonno fa male, e questo fa male, e quello fa male, ad libitum. Adesso anche la carne fa male (che poi quello che fa veramente male è l'abusare di qualcosa, penso). A me sembra tanto tutto un gran terrorismo psicologico. Che gran rottura.

    RispondiElimina
  5. ImpiegataSclerata29 ottobre 2015 22:23

    Con questi allarmismi del piffero è in diminuizione il consumo di carne e salumi pertantio ci sono molti posti di lavoro a rischio.
    Chissà perchè,però, con tutte le scritte sui rischi per la salute sui pacchetti di sigarette (cancro morte ecc.), il loro consumo non è diminuito.
    La coerenza è tutto nella vita.

    RispondiElimina
  6. @Yarus, @Verzasoft, @Giulio: ragazzi, io non ho le competenze scientifiche e linguistiche per leggere l'originale di quel che dice l'Oms e e nemmeno i giornali stranieri, quiindi mi baso sulle informazioni diffuse in Italia; se poi, sono cazzate ancora una volta non ho le competenze per capirlo
    @Verzasoft: grazie per la precisazione linguistica di pandemia, comunque a me sembra che, nel senso comune del termine, significhi "moriremo tutti!"
    @Impiegata: pare anche a me terrorismo psicologico e, spesso, fa danni enormi all'economia

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.