mercoledì 12 febbraio 2014

Marino's idea

Il Comune di Roma ha lanciato il progetto «Roma sei mia»: si sceglie un luogo, una piazza, un monumento o anche solo un marciapiede in stato di abbandono e si finanzia il suo restauro (leggi riparazione). Tutti, dai residenti alle associazioni, dai commercianti alle imprese potranno “adottare” un pezzetto di Roma per prendersene cura, a spese proprie.
[...]  le proposte saranno pubblicate sul sito del Municipio e sarà poi la giunta ad approvarle.
Dall'iniziativa sono esclusi parchi e giardini.


In teoria, un bel sistema.
In pratica, non so quanti saranno disposti a tirar fuori dei quattrini per qualcosa che dovrebbe fare il Comune con i soldi che, già, gli pagano i cittadini.


6 commenti:

  1. qui in zona le aree verdi sono 'sponsorizzate'.
    C'è l'aiuola e un cartello 'grazie alla piripicchi tacchi dadi datteri'

    Ma il signor Rossi che se ne fa di un pezzo di marciapiede?

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata12 febbraio 2014 09:22

    Ma non è qualcosa che si fa già e và sotto il nome di TASSE?

    RispondiElimina
  3. Quindi le tasse per cosa le pagheremmo?

    RispondiElimina
  4. @Locomotiva: in quasi tutte le località le aree verdi sono sponsorizzate, ma a Roma sono escluse da questo progetto; il signor Rossi si farà la stessa domanda che ti sei fatto tu e la risposta è niente
    @Impiegata: sofismi, pinzillacchere, suvvia!
    @Giulio: a questo punto, chi lo sa?

    RispondiElimina
  5. Marino sempre più ineffabile...

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.