venerdì 12 settembre 2014

Gatto "bigamo"

Il gioco ha retto per dieci anni: un gatto siamese neozelandese è riuscito a condurre una doppia vita ingannando due famiglie per tanti anni. La padrona che l’aveva adottato si era accorta che il suo Ming si allontanava per lunghi periodi da casa per poi tornare paffuto e sano, ma non aveva mai sospettato che il suo amato soggiornasse in un’altra famiglia. Simile lo stupore degli Smith quando hanno scoperto che il gatto latitante a cui davano vitto e alloggio, ribattezzato Cleo, era in realtà di qualcun altro. Come se ne sono accorti? Con un volantino che diceva: “Aiutateci a ritrovare il nostro siamese”, con allegata una foto del felino. Ora è ufficialmente un gatto conteso.
(Fonte: La Stampa)

Ecco il fedifrago:





7 commenti:

  1. Come la mia gatta che sparisce per settimane, mesi, e poi torna.

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata12 settembre 2014 12:13

    Eh... Si sa che i gatti son fedifraghi.

    RispondiElimina
  3. il mio pensiero è che dovrebbero togliergli la patria potestà felina ad entrambi: Il concetto di avere un gatto è sintomo di scarsissima cognizione.
    Sei tu che sei suo, al massimo. Se gli va. Quando gli va.
    (Io convivo more uxorio col gatto di un'altra, che ha abbandonato il tetto natìo, per dire)

    RispondiElimina
  4. credo sia molto frequente il fenomeno, più di quanto si sappia....

    RispondiElimina
  5. @Verzasoft: bigama pure lei!
    @Ernest: tipicamente da gatti
    @Impiegata: non è vero!
    @Giulio: come tutti i gatti
    @Locomotiva: concordo con te, un gatto non si possiede, se proprio vogliamo parlare di "avere" è lui che ha te, quando gli garba, ovvio
    @Redcats: dici? mah...

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.